• GreenStyle
  • Energia
  • Fotovoltaico trasparente: la tecnologia ENI per finestre e pensiline

Fotovoltaico trasparente: la tecnologia ENI per finestre e pensiline

Fotovoltaico trasparente: la tecnologia ENI per finestre e pensiline

Dopo 5 anni di ricerche, ENI ha presentato una pensilina per bici elettriche costituita da una speciale lastra fotovoltaica trasparente.

L’ultima novità in materia di energia solare è il fotovoltaico trasparente, in grado di produrre elettricità ma di lasciare che i raggi luminosi filtrino attraverso i pannelli fotovoltaici. Questa tecnologia innovativa è stata presentata da ENI, al termine di una ricerca durata 5 anni, e si basa sui cosiddetti concentratori solari luminescenti (LSC, Luminescent Solar Concentrators).

In pratica, delle lastre di materiale plastico o vetroso, ma in ogni caso trasparente, sono state arricchite con dei coloranti fluorescenti che assorbono una parte dello spettro solare. La luce assorbita viene poi riemessa all’interno della lastra, e, grazie al fenomeno della riflessione, viene concentrata su piccole celle solari collocate ai margini del dispositivo.

Numerose le applicazioni dei nuovi pannelli trasparenti, a cominciare da vetrate e pensiline che potrebbero alimentare bici elettriche e altri dispositivi a corrente. La tecnologia sperimentata da ENI potrebbe essere utilizzata inoltre nelle facciate degli edifici, che in questo modo riuscirebbero a produrre direttamente energia solare.

Niente da fare, invece, per le ricariche di auto elettriche, per le quali il fotovoltaico trasparente risulta ancora insufficiente dal punto di vista dell’energia prodotta. Il prototipo di lastra solare presentato dal colosso petrolifero, che ENI spera di introdurre sul mercato in tempi brevi, è stato invece impiegato in una pensilina per la ricarica di biciclette a pedalata assistita.

Molteplici, secondo gli ideatori, i vantaggi delle lastre solari trasparenti rispetto alle comuni celle al silicio. Prima di tutto, i concentratori LSC sono più efficienti in condizioni di cielo nuvoloso e la loro installazione non comporta problemi di orientamento. Oltre a essere meno costosi dei pannelli solari tradizionali, infine, possono essere usati per realizzare finestre fotovoltaiche e altre strutture trasparenti.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Sunny Days Roma 2016: intervista a Massimo Bracchi – SMA Italia