Fotovoltaico: Movimento 5 Stelle critica sospensione incentivi

Fotovoltaico: Movimento 5 Stelle critica sospensione incentivi

Fonte immagine: Som Energia Cooperativa

Il Movimento 5 Stelle critica la sospensione degli incentivi agli impianti fotovoltaici avviata dal GSE il 7 ottobre scorso.

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione parlamentare per denunciare il clima caotico e i disagi arrecati ai proprietari di impianti fotovoltaici dalla sospensione degli incentivi.

I pentastellati criticano il provvedimento definendolo “mal programmato e mal predisposto” e chiedono risposte immediate all’esecutivo. L’interrogazione parlamentare, firmata dal deputato del Movimento 5 Stelle Davide Crippa, si riferisce nello specifico alla sospensione dell’erogazione degli incentivi annunciata dal GSE il 7 ottobre scorso.

Il Gestore dei Servizi Energetici in quella data ha comunicato ai proprietari lo stop agli incentivi per gli impianti con potenza superiore a 6 kW e fino a 50 kW, entrati in esercizio entro il 31 marzo 2012. La misura colpisce gli impianti connessi alla rete di bassa e media tensione che non si sono adeguati alle prescrizioni del Codice di Rete contenute nell’Allegato A.70.

I produttori sono obbligati a intervenire sulla taratura dell’inverter e a installare un dispositivo di interfaccia esterno per poter riallineare i dati sulla produzione. Un’operazione che secondo le stime di QualEnergia avrebbe un costo di circa 300-500 euro.

Il Movimento 5 Stelle spiega che il ripristino degli incentivi dopo la messa a norma, in base alla disciplina vigente può avvenire soltanto dopo il sopralluogo dei tecnici del distributore di rete. L’Enel secondo Crippa non starebbe gestendo in modo adeguato l’emergenza:

Vorremmo sapere quali sono le tempistiche e se la struttura a servizio di questa attività sia idonea e strutturalmente pronta. Chiediamo quindi al Ministero dello Sviluppo Economico di verificare queste informazioni e soprattutto di agire per ripristinare gli incentivi e dare respiro a un settore come sempre bistrattato.

Il Movimento 5 Stelle ha ricordato che le politiche energetiche dell’attuale governo stanno penalizzando pesantemente il settore delle energie rinnovabili. In particolare il fotovoltaico sta pagando un prezzo alto per l’instabilità e la riduzione dei meccanismi di incentivazione. Crippa chiede all’esecutivo di tutelare maggiormente i produttori fotovoltaici perché l’energia solare dovrebbe essere il fiore all’occhiello del sistema energetico nazionale ed è invece sempre più osteggiata.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia