Fotovoltaico: efficienza record per le micro celle da 9 mm

Fotovoltaico: efficienza record per le micro celle da 9 mm

Un metodo applicato da un team raggiunto dall’Università dell’Arkansas, che ha rivestito con ossido di zinco una cella solare in arseniuro di gallio di soli 9 millimetri quadrati.

Un’efficienza di conversione del 14% su una cella solare in arseniuro di gallio di soli 9 millimetri quadrati: è il risultato raggiunto dall’Università dell’Arkansas e pubblicato sulla rivista Solar Energy Materials and Solar Cells.

I team americano aveva già raggiunto un’efficienza del 9% sulla cella solare in questione, fatta di arseniuro di gallio, valida alternativa al silicio: ma, rivestendola con uno strato di ossido di zinco, ottenuto tramite la sintesi chimica del film sottile e delle nano particelle, l’efficienza di conversione ha toccato il 14%, un record per una cella solare così piccola.

Yahia Makableh, dottorando in ingegneria elettrica all’Università dell’Arkansas, ha spiegato:

La bellezza dell’ossido di zinco è che è poco costoso, non è tossico ed è facile da sintetizzare. Con questo materiale specifico, al momento, il massimo teorico è dell’efficienza si ferma al 33%: stiamo lavorando per fare progressi.

Il rivestimento superficiale della cella solare potrebbe essere applicato anche ad altri tipi di moduli, compresi quelli fatti con arseniuro di indo o arseniuro di gallio e quantum dot. L’obiettivo del team di ricerca è raggiungere, con questo metodo, un’efficienza del 63%.

Inoltre le celle possono essere sistemate in grandi array di pannelli, in modo da alimentare edifici e dispositivi di grandi dimensioni come i satelliti o i veicoli spaziali.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Sunny Days Roma 2016: intervista a Massimo Bracchi – SMA Italia