Foreste, PEFC: filiera del legno si reinventa per la Fase 2

Foreste, PEFC: filiera del legno si reinventa per la Fase 2

Sviluppo sostenibile e tutela delle foreste contro il Coronavirus, questo il messaggio lanciato dal PEFC Italia in questi giorni.

Attenzione per le foreste anche durante l’emergenza Coronavirus. Questo l’impegno assunto da parte della filiera del legno. A sottolinearlo è il PEFC Italia (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes), i cui operatori hanno proseguito l’opera di ripristino dei territori distrutti dalla tempesta Vaia.

Tutela delle foreste come strumento per contribuire a difendere la salute delle persone. Un obiettivo di sviluppo sostenibile sottolineato anche da Antonio Brunori, segretario generale PEFC Italia:

Dai tavoli per lo smart working alle barriere anti contagio, fino alla logistica e al delivery. Il legno si rivela un materiale straordinario: sostenibile, reperibile facilmente sul territorio e con importanti proprietà antibatteriche.

La crisi attuale ci mostra, ancora una volta, l’importanza di rivedere la nostra economia: deglobalizzando quelle risorse che non avremmo bisogno di importare, scegliendo materiali più sostenibili e naturali e valorizzando le eccellenze legate alla green economy che si trovano sul nostro territorio.

Tutela foreste contro il Coronavirus, quattro aziende

A questo proposito PEFC Italia ha ricordato quattro realtà, aziende che attraverso la tutela forestale lottano contro il Coronavirus. Una di queste è Legnolandia, marchio attivo dal 1830. In previsione dell’ormai prossima stagione balneare l’azienda friulana ha ideato un ombrellone in legno che semplifica il rispetto del distanziamento sociale. Strutture modulari a basso impatto che permettono di avere privacy e sicurezza senza rinunciare alla piacevolezza della vita da spiaggia.

La Aschieri – De Pietri ha scelto di reinventare i propri prodotti adattandoli alle esigenze in tempo di Covid-19. Certificata PEFC, la ditta di Casalmaggione (CR) ha deciso di lanciare sul mercato una barriera protettiva composta da abete certificato 100% PEFC e plexiglass. Si tratta di uno strumento adattabile e facile da montare/smontare, che non ha bisogno di viti.

Gestione sostenibile delle foreste anche per quanto riguarda la produzione di pallet in legno. Questo il nucleo centrale delle attività di Palm Spa, un’azienda BCorp di Viadana (MN). Durante l’emergenza Coronavirus ha scelto di rifornirsi di legname PEFC dalle piante abbattute dalla tempesta Vaia. Ha evitato così ripercussioni per il mancato arrivo di legno dall’estero, e allo stesso tempo sostenuto l’economia locale.

Quarta realtà presentata dal PEFC Italia è La Fattoria Del legno di Andrea Zenari, Caltrano (VI). La Fattoria mette a disposizione posti per lo smartworking, immersi nel verde dei boschi. I tavoli sono realizzti in legno certificato PEFC, garantito dal loro “Filiera Solidale”. A disposizione aree attrezzate realizzate con gli alberi abbattuti dalla tempesta Vaia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Renzo Pedretti – Corteva Agriscience