Festa della donna 2019: 5 alternative creative alla mimosa

Festa della donna 2019: 5 alternative creative alla mimosa

Fonte immagine: Pixabay

Festa della Donna ecologica ed elegante: ecco le alternative creative alla mimosa, con fiori in vaso non recisi e doni fai da te da abbinare.

L’8 marzo si celebra la Festa della Donna, meglio nota come Giornata Mondiale della Donna, un’occasione nata per celebrare tutte le conquiste sociali, economiche e politiche raggiunte faticosamente attraverso i secoli. Ma anche le innumerevoli discriminazioni subite, aggravate da violenze fisiche e psicologiche ancora oggi tristemente presenti.

I primi a celebrare questo importante appuntamento furono gli USA nel 1909, seguiti da alcuni Paesi europei nel 1911 e dall’Italia nel 1922. L’obiettivo è quello di raggiungere la parità di genere nel 2030, proposta e speranza lanciata dall’ONU, così da equiparare diritti e doveri tra tutte le persone.

Per celebrare la festa si dona un rametto di mimosa, utilizzato in Italia come emblema di forza e bellezza perché in grado di fiorire su terreni impervi e difficili. Un perfetto parallelismo con la figura femminile, pronta a superare ogni difficoltà con forza, tenacia e coraggio. La mimosa è un fiore dal colore giallo accesso e dal profumo intenso: il costo irrisorio ne permette l’acquisto anche da parte di chi non ha troppe disponibilità. Ma l’offerta è molto vasta e, per la Festa della Donna. è possibile regalare la mimosa in tandem con altri fiori, oppure proporre un dono alternativo offrendo fiori non recisi in coppia con piccoli regali fai da te.

Dalia

Originaria del Messico, la dalia è una pianta ornamentale da bulbo in grado di offrire fiori coloratissimi, coltivabile sia il giardino che in vaso e fioriera. La famiglia è composta da quarantadue varianti che possono avvalersi di una lunga fioritura, dalle forme e dai colori sempre diversi tanto da trovare posto come elemento ornamentale per la casa. L’impatto visivo la rende affascinante e, per questo, potrebbe trasformarsi in un elemento utile per un centrotavola decorativo.

Basta acquistarla in vasetti piccoli e facilmente collocabili in coprivaso di metallo, da dipingere con spray giallo o bianco. Un asse di legno lungo o un vassoio grande circolare possono trasformarsi nella base del centrotavola, da porre proprio nel mezzo dell’apparecchiatura. A piacere si può dipingere il supporto per poi disporre successivamente i vasetti gialli, alternandoli con lumini scaldavivande inseriti in mini lanterne e bicchierini di vetro giallo. A completamento si possono inserire delle piccole alzatine in ceramica con dolcetti o macarons gialli e bianchi.

Anemone

Anemone

Dall’animo delicato, l’anemone è un fiore meraviglioso ed elegante, la cui fragilità rappresenta la necessità di cogliere l’attimo senza temporeggiare. Dalle vesti raffinate, basa la sua bellezza su una cromia intrigante a partire dal più semplice dei bianchi, dove spicca l’infiorescenza centrale scura o nera. Tanta bellezza va coltivata, per questo l’ideale è quello di regalare un vaso di anemoni, che possano fiorire e sfiorire ogni stagione. Il fiore si sposa perfettamente con un dono leggero, magari un palloncino giallo gonfiato ad elio a cui legare un piccolo pacchetto dono, magari una pochette creata personalmente con tessuti dalle texture e dal design di tendenza o realizzata all’uncinetto.

Verbena pendente

Pianta ornamentale e officinale, la verbena pendente è l’ideale per rallegrare balconi e terrazzi, ma anche gli interni della casa. Piccola cascata colorata, offre fioriture rapide e durature, è simbolo di purezza d’animo e d’intenti quindi perfetta come dono per la festa della donna. È il fiore preferito da farfalle, api e bombi e ne garantisce la sopravvivenza. Può trovare spazio in casa magari appesa al soffitto grazie all’utilizzo di un portavaso in corda sottile, realizzato intrecciando tra loro i cordami, replicando lo stile macramè. Per un progetto più immediato si può trasformare una semplice cassetta di legno rigido in un’altalena porta verbena, colorando il legno, fissando alle assi i cordami e inserendoli all’interno di due anelli fissati al soffitto.

Calceolaria

Calceolaria

La calceolaria è una pianta perenne dal formato contenuto, con fiori dall’aspetto davvero singolare che ricordano labbra con petali rigonfi. Pianta di origine cilena e neozelandese, prende il nome dall’oggetto a cui somiglia – ovvero a una pantofola (in latino calceolus) – i colori vivaci la rendono perfetta come dono per la Festa della Donna.

Ideale per adornare il guardino, il balcone o gli interni della casa, potrebbe vivacizzare deliziosamente gli ambienti e la tavola. Il dono giusto da abbinare: un mix di barattoli di vetro di vario formato pieni di caramelle e gomme da masticare rigorosamente bianche e gialle, da dividere per tipologia completando il tutto con etichette personalizzate e nastrini in tinta.

Fuchsia

L’adorabile fuchsia è una pianta davvero affascinante che adorna perfettamente balconi e terrazzi, grazie ai suoi rami cadenti che permettono una cascata di fiori con calici color cremisi, corolle rosse o viola e lunghi stami. Le varianti sono tante e la loro presenza riesce a decorare le terrazze con eleganza, offrendo una visuale rilassante che ricorda mini ballerine danzanti con gonne arricciate. In abbinamento si potrebbe regalare una gonna in tulle a più strati oppure creare una collana con perle di legno di formato crescente, magari da dipingere di bianco e giallo in puro stile Capri e confezionare con un cordino coda di topo giallo sole.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cavetto di ricarica dello smartphone: come allungargli la vita