• GreenStyle
  • Salute
  • Fast food: anche gli imballaggi causano aumento di peso, ecco perché

Fast food: anche gli imballaggi causano aumento di peso, ecco perché

Fast food: anche gli imballaggi causano aumento di peso, ecco perché

Fonte immagine: Joey

Le sostanze chimiche contenute negli imballaggi delle confezioni dei fast food potrebbero causare aumento di peso soprattutto nelle donne.

Si parla molto del pericolo rappresentato dai prodotti tipici dei fast food per quanto riguarda la salute. Adesso si è scoperto che anche gli imballaggi delle confezioni dei cibi venduti in questi locali possono causare aumento di peso, soprattutto nelle donne.

Come ha chiarito una nuova ricerca condotta dalla Harvard’s School of Public Health, il problema riguarderebbe soprattutto le donne. Tutto sarebbe causato dai prodotti chimici presenti in questi imballaggi, che danneggerebbero il metabolismo. Negli involucri per il pane, nelle confezioni di popcorn, nei cartoncini resistenti all’acqua che contengono cibi con olio ci sarebbero delle sostanze perfluoroalchiliche che, quando sono ingerite, entrano nel flusso sanguigno degli individui, rendendo più difficile restare in forma e perdere peso.

Queste sostanze chimiche pericolose si troverebbero anche in vari altri prodotti di consumo, come le pentole antiaderenti, i tappetti che vengono realizzati in modo da essere resistenti alle macchie e gli indumenti impermeabili. I ricercatori hanno trovato un legame molto stretto tra l’esposizione a queste sostanze chimiche e il metabolismo più lento.

Quest’ultimo comporta la possibilità di bruciare meno calorie e quindi una tendenza più spiccata ad incorrere nel sovrappeso. Le ricerche su come questi prodotti chimici trovati in particolare negli imballaggi dei fast food siano collegati con l’aumento di peso sono molte sugli animali, ma fino ad ora sono state molto poche in riferimento agli esseri umani.

Gli studiosi hanno preso in considerazione i dati relativi a 621 partecipanti in sovrappeso o obesi e dopo i primi 6 mesi hanno visto che coloro che hanno preso più peso avevano anche le più alte concentrazioni ematiche di sostanze perfluoroalchiliche. Questa evidenza era maggiore nelle donne.

Non dimentichiamo che questi prodotti chimici pericolosi sono collegati anche allo sviluppo dei tumori, alle disfunzioni immunitarie e al colesterolo alto. Per questo gli esperti sono convinti che il modo migliore per evitare questi effetti negativi sarebbe quello di non utilizzare i prodotti da fast food che li contengono.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social