Fase 2 e seconde case: perché il Governo sta bloccando le famiglie?

Fase 2 e seconde case: perché il Governo sta bloccando le famiglie?

Fonte immagine: Pexels

Il Governo Conte, con una scelta molto controversa, ha deciso di non consentire l'accesso alle seconde case, relegando gli italiani tra quattro mura fino al 18 maggio.

Nella Fase 2 annunciata da Giuseppe Conte ieri sera c’è un tema che è stato completamente assente nel discorso del premier: l’accesso alle seconde case. Migliaia e migliaia di italiani stavano aspettando il via libera del Governo per trasferirsi nelle case di mare, montagna e campagna ma questo desiderio è stato frustrato. O meglio, Conte ha volutamente glissato sul tema, probabilmente per evitare spostamenti di massa.

Eppure questa dimenticanza è molto grave. Sappiamo infatti come sia proprio la forte densità abitativa delle città uno dei fattori di amplificazione nella diffusione del coronavirus. Al contrario in luoghi di mare, montagna e campagna vi sono spazi aperti, case più distanti una dall’altra e maggiori possibilità di respirare aria pulita.

Purtroppo la scelta del Governo va a pesare ulteriormente non solo sui cittadini ma soprattutto sui bambini, costretti ancora per molto tempo ad accontentarsi di brevi passeggiate e di qualche ora nei parchi, che tuttavia saranno, verosimilmente, sovraffollati.

Non sarebbe stato meglio consentire uno spostamento responsabile verso le seconde case, soprattutto verso abitazioni che hanno giardini e spazi all’aperto? Invece sembra proprio che gli italiani, che con sacrificio sono riusciti ad acquistare o affittare una seconda casa, debbano passare altre tre settimane (considerando anche quella appena iniziata) confinati tra quattro mura, nonostante il caldo che avanza e un bel tempo diffuso in tutta Italia.

Sarebbe bastato adeguare l’autocertificazione per includere anche la possibilità di raggiungere le seconde case, indicando con precisione il punto di partenza e di arrivo. Anche perché dopo più di due mesi, senza alcun controllo sulla propria seconda abitazione, inizia ad essere necessario almeno un controllo per verificare che non vi siano problemi o danni.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)