• GreenStyle
  • Attualità
  • Extinction Rebellion: cos’è e cosa chiede il movimento per salvare il Pianeta

Extinction Rebellion: cos’è e cosa chiede il movimento per salvare il Pianeta

Extinction Rebellion: cos’è e cosa chiede il movimento per salvare il Pianeta

Fonte immagine: Peter Kiss

Cos'è il movimento Extinction Rebellion e quali sono le sue richieste ai governi di tutto il mondo.

Sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici si è affacciato da qualche mese un nuovo movimento, denominato Extinction Rebellion. La sua “nascita” viene ricondotta al 31 ottobre 2018, quando si riunirono a Parliament Square (Londra) circa 1500 sostenitori decisi a proclamare una “Declaration of Rebellion” contro il Governo di Sua Maestà.

Una manifestazione pacifica che diede vita a un movimento, Extinction Rebellion, che porta avanti in maniera non violenta una lotta per assicurare un futuro per il Pianeta e per le generazioni a venire. Da lì un sempre maggior numero di “ribelli” ha iniziato a manifestare nel Regno Unito con sempre maggiore successo, tanto da portare alla nascita di gruppi organizzati in vari Paesi del mondo come ad esempio Australia, India, Spagna, Stati Uniti e Sud Africa.

Cos’è Extinction Rebellion

Extinction Rebellion è un movimento nato per protestare contro il governo britannico e la scarsa attenzione verso il futuro del Pianeta e dell’umanità. Quali sono però le sue caratteristiche di base? A livello di struttura si parla di organizzazione in piccoli gruppi, connessi tra loro attraverso una complessa rete relazionale. Collegamenti destinati a crescere con la nascita di gruppi in nuovi Paesi, che si basano sull’assenza di un “potere centrale”, ma che fondano la loro azione su partecipazione e inclusione.

La strategia dichiarata dai portavoce di Extinction Rebellion è fondata su una ribellione non violenta, civile, che si ispira ai valori promossi da Gandhi. In questo caso l’azione degli attivisti è quella di coinvolgere un sempre maggior numero di persone, spingendole ad agire in prima persona a favore di temi quali la lotta ai cambiamenti climatici, lo sviluppo sostenibile e l’attenzione sociale.

Cosa chiede il movimento per il Pianeta

Il movimento Extinction Rebellion si pone alcuni obiettivi di fondo, che riguardano generalmente la salute del Pianeta e il benessere delle generazioni future inteso in termini di sicurezza sociale e ambientale. Ecco quindi che tra le prime richieste degli attivisti vi è un mondo a misura d’uomo.

Allo stesso tempo punta a far sì che le persone abbandonino le rispettive “zone di conforto” e agiscano per il cambiamento positivo della società. Chiedono inoltre che il potere non venga limitato alle mani di pochi individui influenti, ma che venga condiviso in gerarchie che consentano una partecipazione più equa.

Più di tutto però il movimento Extinction Rebellion chiede una precisa presa di posizione da parte dei governi mondiali, che devono affermare in maniera netta e formale lo stato di emergenza ambientale e climatica in cui versa il Pianeta. Inoltre la politica deve cooperare con le altre istituzioni affinché si giunga a soluzioni efficaci, più che mai urgenti.

Ai governi mondiali viene inoltre chiesto di agire affinché si smetta di compromettere la biodiversità e si taglino le emissioni di gas climalteranti, fino ad arrivare a una quota zero entro il 2025. Extinction Rebellion chiede infine la creazione, da parte dei governanti, di un’assemblea di cittadini che si occupi di guidare i governi su tematiche quali cambiamenti climatici e giustizia ecologica.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Azioni dell’uomo contro il cambiamento climatico