Terra Futura 2010, le buone pratiche in mostra a Firenze

Terra Futura 2010, le buone pratiche in mostra a Firenze

Per tre giorni Firenze ospiterà Terra Futura, mostra-convegno sulle buone pratiche della sostenibilità sociale, economica e ambientale. Dal 28 al 30 maggio 2010 si alterneranno convegni, seminari, workshop con esperti sul tema per diffondere tutte le iniziative che già sperimentano e utilizzano modelli di relazioni e reti sociali, produzione e commercio sostenibili: pratiche che, se […]

Per tre giorni Firenze ospiterà Terra Futura, mostra-convegno sulle buone pratiche della sostenibilità sociale, economica e ambientale. Dal 28 al 30 maggio 2010 si alterneranno convegni, seminari, workshop con esperti sul tema per diffondere tutte le iniziative che già sperimentano e utilizzano modelli di relazioni e reti sociali, produzione e commercio sostenibili: pratiche che, se adottate e diffuse, contribuirebbero a garantire la salvaguardia dell’ambiente e del pianeta, e la tutela dei diritti delle persone e dei popoli.

Il programma prevede una serie di eventi dalle 9 alle 20 il venerdì, dalle 9:30 alle 24 il sabato e dalle 10 alle 20 la domenica.

Sono più di seicento gli espositori, tra ONG, associazioni e aziende eticamente orientate, suddivisi in 13 sezioni diverse che presenteranno la loro realtà nella valorizzazione dell’ambiente e della società, con progetti di mobilità sostenibile, medicina non convenzionale, vita comunitaria, interculturalità, turismo responsabile, consumo critico, risparmio energetico.

Da segnalare la presenza dei volontari Mozilla, il browser libero della rete che, nella versione italiana, funziona grazie a degli sviluppatori volontari che traducono i software e aiutano gli utenti a risolvere i problemi con l’uso forum dedicati.

Giacomo Magnini, vicepresidente italiano dell’organizzazione, è convinto dell’importanza del lavoro di Mozilla Italia per la partecipazione collettiva alla realizzazione di una rete libera:

Portiamo la nostra idea di Web, una risorsa i cui contenuti devono essere disponibili a tutti. La rete può essere spazio di incontro e integrazione delle diversità, di partecipazione dei cittadini e di convivenza civile.

Gli organizzatori ovviamente auspicano un successo che eguagli quello dello scorso anno, quando 87mila visitatori hanno esplorato la mostra/convegno a Fortezza dal Basso in cerca di nuove iniziative sostenibili locali e internazionali.

Tra i partner organizzatori: la Fondazione culturale Responsabilità Etica Onlus per il sistema di Banca Etica, la Regione Toscana, la Adescoop (Agenzia dell’Economia Sociale), e la partnership di Acli, Arci, Caritas Italiana, Cisl, Fiera delle Utopie Concrete e Legambiente.

Informazioni sull'evento
Data 28 Maggio 2010

Seguici anche sui canali social