Petrolio nel fiume Lambro: disastro ambientale

Petrolio nel fiume Lambro: disastro ambientale

Tonnellate di petrolio e gasolio sono state sversate nel fiume Lambro dai depositi della raffineria Lombarda Petroli di Villasanta, nei pressi di Monza. Un disastro ambientale la cui portata non è ancora definibile con precisione. Legambiente, allarmata dalla situazione, invita la Regione Lombardia a chiedere al governo la dichiarazione di stato di emergenza ambientale nazionale. […]

Tonnellate di petrolio e gasolio sono state sversate nel fiume Lambro dai depositi della raffineria Lombarda Petroli di Villasanta, nei pressi di Monza.

Un disastro ambientale la cui portata non è ancora definibile con precisione.

Legambiente, allarmata dalla situazione, invita la Regione Lombardia a chiedere al governo la dichiarazione di stato di emergenza ambientale nazionale.

Intanto, le prime vittime della macchia inquinante sono anatre e germani. Ma la minaccia si sta allungando pericolosamente verso il Po, del quale il Lambro è affluente.

Secondo le prime indagini effettuate dai carabinieri la fuoriuscita di idrocarburi da tre cisterne, arrestata anche grazie all’aiuto del Corpo forestale e dei Vigili del fuoco, non si tratterebbe di un evento casuale ma provocato.

Non è una novità, purtroppo, l’attività criminale perpetrata a danno dei corsi d’acqua. In base alla ricerca “Fiumi Informa”, frutto della collaborazione tra Legambiente e Corpo Forestale dello Stato, ogni giorno vengono commessi quattro reati contro i fiumi italiani.

Tra i principali illeciti accertati troviamo sversamento di sostanze inquinanti, abusivismo edilizio, pesca illegale, furto d’acqua.

Informazioni sull'evento
Data 24 Febbraio 2010

Seguici anche sui canali social