MISA Guidonia Montecelio: l’arte tra Roma e Tivoli

MISA Guidonia Montecelio: l’arte tra Roma e Tivoli

Parte il progetto MISAGUIDONIAMONTECELIO, una collaborazione tra aziende, artisti ed enti locali per la valorizzazione della Triade Capitolina.

È stato presentato ieri, presso il Complesso di San Michele Arcangelo di Guidonia Montecelio, il progetto MISAGUIDONIAMONTECELIO: l’apertura di un “PRESIDIO MISA“, ovvero dei Musei Internazionali in progress di Scultura per le Aziende, per valorizzare gli artisti particolarmente attivi sul territorio.

MISAGUIDONIAMONTECELIO vuole essere, così come conferma l’amministrazione comunale, un esempio di attualizzazione di committenza artistica rinascimentale. Guidonia Montecelio è infatti il primo comune che invita le aziende a utilizzare il lessico dell’arte, per stimolare un dialogo tra territorio, cultura, impresa, economia e ambiente.

Il progetto, grazie all’impegno dell’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione di Guidonia Montecelio, vuole superare un passato di speculazioni edilizie con un ritorno alle origini della Triade Capitolina. In collaborazione con artisti e aziende locali, sono state infatti prodotte delle sculture che verranno collocate dal Comune in diverse zone della città. 5 aziende committenti, per 5 artisti e 5 zone strategiche, con la prima già collocata in Piazza Matteotti e realizzata da Ignazio Fresu per l’Impresa Mario Cipriani.

L’esperimento artistico di collaborazione tra Amministrazione Comunale, imprenditori e artisti vede coinvolge realtà importanti per il territorio locale, come l’Impresa Mario Cipriani, la OCRES-Organizzazione Commerciale Renato Scrocca, la Travertino Morelli F. e C., la Società del Travertino Romano (STR) e la Vetreria Vallati Srl. Gli artisti prescelti sono il già citato Ignazio Fresu, Valeria Catania, Lucilla Catania, Mary Pola e Renza Sciutto.

Il MISAGUIDONIAMONTECELIO è un progetto Ellequadro Documenti a cura di Tiziana Leopizzi: l’inaugurazione avverrà il 26 aprile alle ore 11, presso il Complesso di San Michele Arcangelo di Montecelio in via XXV Aprile, con la mostra Ipotesi Dinamica. Il MISA nasce nel 2009 per unire aziende e arte, così da valorizzare il territorio, l’ambiente, la qualità della vita, riscoprire l’identità dei luoghi e testimoniare la grande potenza artistica dell’Italia. È formato da due sezioni: la mostra itinerante “Ipotesi Dinamica”, con maquettes volute da partecipanti, enti istituzionali e privati legati ad ARTOUR-O, di cui il MISA è emanazione, e il Museo In Progress. Sono 10 i MISA aperti in sei regioni italiane: Umbria, Toscana, Lombardia, Veneto, Liguria e Lazio.

Informazioni sull'evento
Data 26 Aprile 2014

Seguici anche sui canali social