Legambiente: raccolte 50 tonnellate di rifiuti sulle spiagge

Legambiente: raccolte 50 tonnellate di rifiuti sulle spiagge

L'operazione Spiagge e fondali puliti di Legambiente ha portato alla raccolta di ben 50 tonnellate di rifiuti sulle spiagge italiane

Come ogni anno Legambiente e i suoi volontari hanno passato un week end a pulire le spiagge del Bel Paese. Questo perché, com’è noto, le stesse non brillano mai per pulizia.

Quest’anno la spazzatura raccolta ha raggiunto il peso di 50 tonnellate, un segno dell’impegno dei volontari, ma soprattutto della maleducazione degli italiani. Ben il 30% di tale montagna di rifiuti è costituito dalla poco biodegradabile plastica, segno del danno permanente che certi comportamenti rischiano di portare all’ambiente. E pensare che, secondo le stime, basterebbe il 5% dei rifiuti raccolti (e ben differenziati) per produrre “240 bici, oppure 65.000 caffettiere, o 35.000 padelle tipo wok”.

Insomma, un’azione utile quella di Legambiente, che prova a richiamare i privati cittadini a comportamenti rispettosi dell’ambiente (e della legge). Ma anche un’iniziativa che guarda criticamente alla legislazione vigente e soprattutto alle nuove leggi in arrivo, puntando:

sulla richiesta alle amministrazioni di salvare il paesaggio costiero italiano dalla cementificazione e dalla privatizzazione che, di fatto, si profila con l’approvazione del Decreto Sviluppo, che concede ai privati di esercitare il diritto di superficie sul demanio.

Sperando che l’Estate 2011 sia più pulita di quelle che l’hanno preceduta.

Informazioni sull'evento
Data 30 Maggio 2011

Seguici anche sui canali social