Idee per una Befana ecologica

Idee per una Befana ecologica

L'Epifania e l'arrivo della Befana possono essere momenti ecologici per la famiglia: i consigli della calza all'alimentazione ai giochi.

L’Epifania tutte le feste si porta via, ma non la voglia di contribuire attivamente alla salvaguardia dell’ambiente. Perché non approfittare, allora, di una festa così amata dei bambini per organizzare qualche attività sostenibile, in pieno stile green? Dalle iniziative nazionali fino alla singola calza della Befana, il 6 gennaio ha tutte le carte in regola per diventare una ricorrenza pienamente ecologica. Di seguito, alcuni consigli green.

>>Scopri le ricette per un’Epifania ecologica

Si parte con l’iniziativa “Campagna Amica” di Coldiretti, da giorni impegnata sulla sensibilizzazione all’alimentazione e all’acquisto a chilometro zero. Con le risorse scarse imposte dalla crisi economica e la necessità di una migliore nutrizione per le nuove generazione a rischio obesità, perché non sfruttare la calza della Befana per includere alimenti biologici, gustosi e decisamente graditi dai bambini? Caramelle e gomme da masticare possono essere sostituite con dolcetti alla mela, marmellate ai frutti di bosco e chi più ne ha più ne metta, purché provenienti dall’agricoltura a chilometro zero. Si riducono i rischi alimentari, quindi, e si riduce l’impatto del commercio sull’ambiente, abbattendo i costi e le emissioni nocive dovute al trasporto.

Epifania può essere anche sinonimo di fai-da-te. Per la classica calza da appendere al caminetto, ad esempio, si può ricorrere alla fantasia e al riuso. In casa non mancheranno di certo abiti, t-shirt e maglioni che ormai non si indossano più, perché allora non riutilizzarli per creare un simpatico patchwork? Si può tagliare la stoffa in tanti quadrati, per poi cucirli l’un l’altro magari con l’aiuto dei bambini. Si passerà, così, un pomeriggio di grande divertimento e il risultato sarà in perfetto stile Befana. Qualora non si avesse a disposizione della stoffa, si può ovviare utilizzando della carta colorata, strappata a forme irregolari da riviste vecchie e pronte al macero.

>>Scopri le idee sul riciclo creativo della carta

E che dire del contenuto stesso della calza? Oltre ai cibi naturali illustrati poc’anzi, un’ottima idea potrebbe essere quella di includere fra i doni un sacchettino di semi o una piccola piantina da orto. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i bambini alla magia della natura: piantando il seme, curando la piantina, comprenderanno quanto il verde sia delicato e bisognoso di dedizione costante, ampliando di conseguenza il loro rispetto verso l’ambiente.

>>Scopri come realizzare un orto in balcone

Questione più complessa, infine, quella dei giocattoli. Distogliere l’attenzione di un figlio dall’ultimo videogioco da taschino o da altri strumenti di intrattenimento elettronico è davvero difficile, ma il tempo gioca a vantaggio dei genitori. Gran parte di questi regali tecnologici, infatti, sarà stata protagonista del giorno di Natale, perciò alla Befana ci si può concentrare su qualcosa di diverso. Sono moltissime le aziende che producono “green toys” in materiale riciclato, sia esso il legno, la latta o la plastica. E si tratta di giocattoli che nulla hanno da invidiare alle controparti più pubblicizzate, soprattutto per la loro natura educativa. Non mancano puzzle, costruzioni e piccole innovazioni meccaniche che terranno il bimbo occupato per ore e ore di educativo divertimento.

Informazioni sull'evento
Data 5 Gennaio 2013

Seguici anche sui canali social