Greenpeace in azione al Colosseo per un accordo a Copenaghen

Greenpeace in azione al Colosseo per un accordo a Copenaghen

In questi giorni gli occhi del mondo sono puntati su Copenhagen, città che ospita il summit da molti considerato l’ultima reale possibilità di porre rimedio ai catastrofici cambiamenti climatici che potrebbero interessare il nostro pianeta. Le campagne di sensibilizzazione di Greenpeace si sono in questo periodo intensificate e, dopo quella suggestiva che nei giorni scorsi […]

In questi giorni gli occhi del mondo sono puntati su Copenhagen, città che ospita il summit da molti considerato l’ultima reale possibilità di porre rimedio ai catastrofici cambiamenti climatici che potrebbero interessare il nostro pianeta.

Le campagne di sensibilizzazione di Greenpeace si sono in questo periodo intensificate e, dopo quella suggestiva che nei giorni scorsi ha visto come scenario l’aeroporto della capitale danese, oggi è toccato addirittura al Colosseo di Roma dare voce al grido dell’associazione ambientalista.

Otto climber, di cui due donne, si sono arrampicati sulla parete esterna dello storico monumento, così da stendervi uno striscione di 300 metri quadrati riportante il seguente appello.

Copenhagen: accordo storico adesso, make history now!

Secondo Greenpeace, i leader mondiali devono immediatamente accordarsi per portare al 40% la riduzione delle emissioni di gas serra entro il 2020 (oggi fissata al 20%) e garantire risorse economiche pari a 110 miliardi di euro ogni anno per fronteggiare i cambiamenti climatici nei paesi in via di sviluppo.

Ad appoggiare l’iniziativa anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno che, intervenuto per l’occasione, ha sottolineato:

Il Colosseo viene spesso sfruttato sproposito, ma questa volta ne è stato fatto un uso corretto: non c’è posto più adatto per chiedere un accordo storico.

Giuseppe Onufrio, Direttore Esecutivo di Greenpeace Italia ha anche ricordato che nei giorni scorsi Enel ha chiesto all’associazione un rimborso di 1.600.000 euro, per le azioni di protesta intraprese dagli attivisti presso le centrali a carbone. La notizia ha creato tanto scalpore da essere ripresa addirittura sulle pagine del Financial Times.

Informazioni sull'evento
Data 9 Dicembre 2009

Seguici anche sui canali social