Festa del papà: tante idee regalo “green”

Festa del papà: tante idee regalo “green”

La festa del Papà: tante idee semplici, ecologiche e uniche per rallegrare l'evento senza spendere troppo, nel pieno rispetto dell'ambiente

Oggi è il 19 marzo ed è la Festa del Papà; intere classi di alunni, sotto l’occhio vigile delle maestre, saranno all’opera da mesi per preparare un piccolo dono da consegnare al papà. Per quanto sentito e pieno di amore, l’ennesimo portacenere di argilla dipinta potrebbe venire presto accatastato con tutti gli altri regali.

Donare qualcosa al papà è sempre un po’ difficile, ma a volte basta poco. Un po’ di fantasia, un piccolo aiuto dalla mamma o dai fratelli, e si posso ottenere tante idee regalo. E perché no, magari rispettando l’ambiente. Se il papà è ecologista e ama gli animali, regalargli qualcosa fatto da noi e con un impatto positivo sull’ambiente, sarà la soluzione migliore. E potrebbe diventare un buon consiglio per tutti i papà non tanto eco-friendly.

Per questo 19 marzo 2011 intanto convincete il vostro a lasciare la macchina in garage e a trascorrer con voi, tempo permettendo, una giornata all’aria aperta. Magari in un parco o in un prato a giocare a pallone con uno di spugna o a far volare aquiloni, l’idea sarebbe realizzarne uno insieme. Basta poco, due astine di legno, carta velina e spago. Oppure una bella gita in direzione sagre e fiere di zona, con vendita di prodotti naturali e vegan. Tassativamente in treno che ha un impatto positivo sulle nostre vite.

Se poi la giornata promette bene e c’è il sole l’ideale sarebbe una scampagnata, e per questa festa perché non comprare al vostro papà una bella bicicletta. Non è indispensabile acquistarne una tutta nuova, basterà andare nell’officina dove si aggiustano le biciclette e prenderne una usata ma in buone condizioni. Magari poi a verniciarla potrete pensarci voi, mascherando la catena, il sellino e il manubrio con il nastro di carta e spruzzandola con vernici atossiche. Un bel rosso fiammante, un blu oltremare o un verde intenso.

Se il vostro papà ama aggiustare e smontare tutto quello che di sano c’è in casa, regalategli una bella cassetta degli attrezzi. In commercio ci sono quelle di metallo che sono molto capienti, e durano per sempre, insieme abbinategli qualche asse di legno riciclato, oppure due pallett e una vernice all’acqua. Così potrà realizzare da solo un piccolo mobiletto o un tavolino unico.

Un’altra idea divertente potrebbe essere quella di trasformare un vaso e un piattino di cotto, di quelli da 1 euro, in un piccolo orto casalingo. Intanto pitturateli di verde salvia e verde oliva con colori all’acqua, alternandoli e realizzando una sequenza di strisce colorate. Ad asciugatura avvenuta inserite nel vasetto un sacchettino piccolo di terra, delle sementi di basilico e rapanello, e coprite con il piattino. Rifinite con un fiocco realizzato con la rafia naturale e un bigliettino a forma di foglia, e il dono è confezionato. Se invece avete un padre vegetariano ed ecologista regalategli un germogliatore con tanti sacchetti di sementi da utilizzare e testare. Veder crescere le piantine è un’esperienza positiva, specialmente se a coltivarle siete stati voi due insieme. Se il vostro papà ama le piante compratene una in vaso, evitando i fiori recisi che morirebbero subito; un baboo potrebbe essere la soluzione ideale. Dalla forma nodosa e dalla presenza elegante è una pianta delicata ma resistente, che vostro padre potrà curare senza sforzi eccessivi. Magari insieme potrete abbinare un vasetto di miele di tiglio comprato in un negozio bio, ideale per la gola e le vie respiratorie oltre ad essere un ottimo calmante naturale.

Se vostro padre ama la tecnologia e l’high tech in commercio potrete trovare il caricabatterie universale, un oggetto indispensabile per eliminare il superfluo e l’inutile e non perdere più cavi e spinotti; in alternativa una tastiera ad energia solare, ecologica con un basso impatto ambientale. Magari insieme potrete abbinarci un mouse pad realizzato da voi: basterà tagliare un rettangolo di carta da parati liscia di cm 25×20, incollare sul retro della gommapiuma bassa o del polistirolo pressato tagliato in misura e ricoprire la parte anteriore con la pellicola adesiva trasparente, la stessa utilizzata per rivestire i libri. Il gioco è fatto.

Per la bellezza e lo stile del vostro papà potrete acquistare prodotti non testati sugli animali ma completamente naturali e validi, come ad esempio il balsamo o lo shampoo solido per capelli di Lush, o le bolle effervescenti per un bagno relax. Per la cura del viso l’Erbolario propone molti dopobarba delicati e dall’ottima profumazione. Se invece ama vestirsi in modo chic aiutatelo comprandogli abiti realizzati con tinture naturali, magari una camicia di lino ecologico da tessiture di riciclo o di canapa; in alternativa realizzate voi una bella cintura cucendo in sequenza due vecchie cravatte dalle colorazioni simili, completando con un cinghia e forando il tessuto con la fustellatrice o con le forbici.

Se i soldi non sono tanti anche una piccola cornice creata personalmente e accompagnata da un bel biglietto potrebbe diventare un’ottima idea. Basterà tagliare un rettangolo di cartone spesso e incollare lungo tutto il perimetro, con la colla a caldo, tanti pastelli a cera disposti in sequenza cromatica e con la punta rivolta verso l’esterno (anche vecchie matite andranno bene, l’importante è che siano tutte della stessa lunghezza). Al centro incollate una vostra foto insieme e impacchettate in un foglio di quotidiano rifinito con un fiocco di tessuto di juta grezza.

Accompagnate il tutto con una piccola tortina o un muffin fatto da voi con farina integrale, latte di soia, zucchero di canna e frutta di stagione. Se proprio non potete farne a meno create pure un piccolo vasetto con l’argilla, un semplice cilindro, e incidetelo con lo stuzzicadenti umido creando righe verticali sottili e molto vicine. Lasciatelo asciugare e dipingetelo di bianco e solo qualche riga di verde chiaro. Semplice, raffinato e ideale per contenere una piccola piantina di zafferano.

Informazioni sull'evento
Data 19 Marzo 2011

Seguici anche sui canali social