Earth Hour: Bulb Box nelle piazze per il recupero di lampadine

Earth Hour: Bulb Box nelle piazze per il recupero di lampadine

IKEA ed Ecolight lanciano i Bulbo Box per raccogliere e smaltire ecologicamente le lampadine a fluorescenza.

Anche Ecolight, consorzio che si occupa dello smaltimento dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), ha deciso di fare la sua parte per l’Earth Hour. Oggi avrà inizio, infatti, la campagna per la raccolta differenziata delle lampadine a basso consumo. Come spiegato dal presidente Walter Camarda:

Le lampadine a fluorescenza, comunemente conosciute come neon o a risparmio energetico, rientrano nella categoria dei Raee: sono infatti rifiuti speciali che devono essere raccolti e trattati in modo appropriato; solamente così è possibile recuperare vetro e plastica da immettere nuovamente nei cicli produttivi, ma anche evitare che si disperdano nell’ambiente sostanze pericolose e altamente inquinanti come il mercurio, che è contenuto in questo tipo di lampadine.

La campagna si concretizzerà con la distribuzione, grazie anche all’aiuto di IKEA, dei Bulb Box, comodi raccoglitori in cartone in cui riporre le nostre lampadine ormai esaurite.

Quello dello smaltimento dei RAEE è una delle sfide ecologiche da vincere nell’immediato futuro. Con le nuove leggi, come spiega il direttore Giancarlo Dezio, dovrebbe essere già tutto più semplice:

Due le strade possibili per conferirli in maniera corretta: portarli alle piazzole ecologiche del proprio Comune oppure consegnarli in negozio nel momento in cui si acquista il prodotto elettronico nuovo

Infatti, nel momento in cui sostituiamo un elettrodomestico (o una lampadina) possiamo lasciare il pezzo sostituito al negoziante, che dovrà occuparsi delle corrette procedure per lo smaltimento. Se questo dice la legge, va comunque chiarito che alla verifica dei fatti troppo spesso le cose non vanno proprio nel verso giusto. La speranza è che iniziative come questa possano fungere da stimolo per risolvere i vari problemi organizzativi attuali.

Informazioni sull'evento
Data 26 Marzo 2011

Seguici anche sui canali social