Etiopia: piantati 350 milioni di alberi contro i cambiamenti climatici

Etiopia: piantati 350 milioni di alberi contro i cambiamenti climatici

L'Etiopia ha piantato 350 milioni di alberi in un giorno per contrastare i cambiamenti climatici.

L’Etiopia punta sugli alberi per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici. Il Paese africano ne ha piantati 350 milioni in un solo giorno, il 29 luglio 2019, come affermato da uno dei ministri del governo etiope. L’iniziativa è inserita in un più ampio piano di rimboschimento del territorio, che prevede come obiettivo finale la crescita di 4 miliardi di nuovi alberi: risultato da raggiungere anche attraverso la sensibilizzazione dei cittadini, chiamati a piantare almeno 40 piantine ciascuno.

Grazie a questo progetto l’Etiopia punta a contrastare deforestazione e cambiamenti climatici, ma anche il fatto di essere un Paese a costante rischio siccità. Situazione frutto anche del netto calo della vegetazione, scesa dal 35% (copertura rispetto al territorio complessivo) del ‘900 ad appena il 4% negli anni 2000 (dati ONU).

Secondo le stime pubblicate su Twitter dal Ministro per l’Innovazione e la Tecnologia Getahun Mekuria gli alberi piantati in un giorno dallo Stato etiope ammontano a 353 milioni, un cifra record che supera nettamente i 50 milioni di esemplari messi a dimora dall’India nel 2016. Come ha affermato il prof. Dan Ridley-Ellis, a capo del Centre for wood science and technology presso l’Edinburgh Napier University:

Gli alberi non soltanto aiutano a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici assorbendo l’anidride carbonica nell’aria, ma offrono anche enormi benefici nel combattere la desertificazione e il degradamento del terreno, in particolare nei Paesi aridi. Essi forniscono anche cibo, riparo, carburante, foraggio, medicinali, materiali e protezione per le forniture idriche.

Quest’impresa veramente impressionante non consiste semplicemente nel piantare degli alberi, ma è parte di un’enorme e complicata sfida per tenere da conto le esigenze a breve e lungo termine sia degli alberi che delle persone. Il mantra del selvicoltore ‘l’albero giusto nel posto giusto’ incrementa l’esigenza di considerare gli effetti dei cambiamenti climatici così come la dimensiona ecologica, sociale, culturale ed economica.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra