Estrogeni naturali: a cosa servono e in quali cibi si trovano

Estrogeni naturali: a cosa servono e in quali cibi si trovano

Gli estrogeni sono un gruppo di ormoni sessuali fondamentali per tutte le donne e possono essere assunti naturalmente attraverso alcuni cibi.

Gli estrogeni sono un gruppo di ormoni di cui le donne non possono proprio fare a meno: viaggiano attraverso il flusso sanguigno nei fluidi, interagiscono con le cellule in una varietà di tessuti del corpo e trasmettono un messaggio o un’istruzione.Regolano la maturazione sessuale intervenendo nello sviluppo dell’apparato genitale. Gli estrogeni stimolano lo sviluppo stromale della mammella e il mantenimento delle caratteristiche femminili secondarie (crescita delle mammelle, distribuzione dei peli, voce, statura, ossatura, distribuzione del grasso). Permettono la fecondazione e la gravidanza, intervenendo nella regolazione del ciclo mestruale; non solo: agiscono anche sul grasso del corpo, sono anche un ottimo palliativo contro le malattie cardiovascolari (che nelle donne hanno un’incidenza più bassa). Regolano molte funzioni cerebrali fra cui l’attenzione e la memoria.

Estrogeni naturali: dove si trovano?

Estrogeni naturali: dove si trovano

Gli estrogeni si possono trovare in tantissimi alimenti: il più comune è la soia ed è uno degli ortaggi con il contenuto di isoflavoni più alto (il rapporto soia estrogeni naturali è comunque elevato) ma si trova anche in legumi ed altre erbe. Ecco una lista completa:

  • sedano
  • olive
  • riso integrale
  • broccoli
  • avena
  • cipolle rosse
  • orzo
  • segale
  • ciliege
  • susine
  • fagioli
  • cavolfiore
  • uova
  • mela
  • prezzemolo
  • fave
  • caienna
  • cavolo
  • semi di papavero,
  • barbabietola
  • semi di girasole
  • semi di lino
  • carote
  • pomodori

Oltre naturalmente ai comunissimi integratori di estrogeni che dovrebbero essere consumati solo se il medico li prescrive, quindi il primo consiglio, come sempre è quello di rivolgersi ad un professionista. I filoestrogeni hanno un effetto meno intenso degli estrogeni e sono composti vegetali naturali che si attaccano ai recettori degli estrogeni nelle cellule, influenzando potenzialmente la funzione degli estrogeni in tutto il corpo. A causa delle loro azioni complesse, i fitoestrogeni sono uno dei temi più controversi in nutrizione e salute. Secondo alcuni possono causare squilibri ormonali, anche se la maggior parte delle prove li ha collegati ad effetti positivi sulla salute. Infatti, molteplici studi hanno associato l’assunzione di fitoestrogeni con livelli di colesterolo diminuiti, sintomi della menopausa migliorati, e un minor rischio di osteoporosi e alcuni tipi di cancro, tra cui il cancro al seno. Nel caso in cui i dubbi dovessero persistere ma il dubbio è quello di aver bisogno di un’assunzione degli uni o degli altri il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un medico per avere un parere oggettivo sulla strada più giusta da seguire. Gli estrogeni possono avere un’azione molto positiva sul corpo ma importante è non abusarne.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 cibi ricchi di vitamina C (video)