Prestazioni: meglio auto ibride o Diesel?

Giacomo Chiede

Buongiorno, vorrei sapere se in termini di prestazioni sono meglio le auto ibride o le diesel.

Peppe Croce Risponde

Negli ultimi anni abbiamo assistito a due grandi fenomeni nel mondo dell’auto. Da una parte gli automobilisti si sono innamorati follemente delle motorizzazioni Diesel, comprando sempre meno auto a benzina. Dall’altra le case automobilistiche hanno raffinato moltissimo la tecnologia ibrida, sia quella “Mild” abbinata al Diesel che quella classica abbinata al motore benzina a ciclo Atkinson. Oggi chi vuole comprare un’auto nuova ha la possibilità di scegliere, pagando un prezzo molto simile, tra un moderno turbodiesel (Mild o tradizionale) e un altrettanto moderno sistema ibrido benzina più elettrico.

Se le prestazioni complessive sono un fattore importante per la scelta, dobbiamo ammettere che oggi gli automobilisti hanno ancora una visione un po’ distorta delle auto ibride a benzina. Se sulle prestazioni delle auto con motore Diesel ormai nessuno ha più alcun dubbio, su quelle delle ibride ancora sono in molti ad averne. Tante persone, ancora oggi, credono che le auto ibride siano poco performanti, lente, con poca ripresa e che, al momento di un sorpasso, un’auto ibrida non abbia ancora prestazioni abbastanza convincenti.

Ovviamente c’è ibrida e ibrida e ogni modello fa storia a sé, ma possiamo dire senza grandi timori di smentita che gran parte dei dubbi degli automobilisti in merito alle vetture ibride non abbiano più ragione di esistere. È vero: un’auto Diesel, a parità di potenza, ha molta più coppia di un’auto a benzina. In realtà la differenza di coppia deriva più dal turbocompressore che dall’alimentazione, ma in pochi se ne curano. Se però parliamo di auto ibride non dobbiamo mai dimenticare che accanto al motore a benzina c’è sempre il motore elettrico. Un motore, cioè, che brilla proprio per coppia e che eroga tale coppia sin da subito e in modo costante. Proprio per questo le auto ibride consumano poco: perché il motore elettrico ci permette di partire da fermo o di accelerare velocemente senza chiamare troppo in causa il motore termico a benzina.

La motorizzazione ibrida, addirittura, è oggi usata sulle auto sportive più estreme proprio per dare quella potenza e coppia in più che è impossibile ottenere senza montare propulsori eccessivi e dai consumi (e conseguenti emissioni) ormai inaccettabili. Ma anche sulle auto non sportive, cioè sulle auto che la gente compra per circolare tutti i giorni, l’ibrido è oggi un’alternativa più che credibile al Diesel. Un esempio, tra le ultime auto ibride lanciate sul mercato, è la Ford Mondeo Hybrid: una grande berlina che unisce un motore benzina due litri da 140 cavalli (che, parliamoci chiaro, già non sono pochi) ad un motore elettrico che porta la cavalleria totale a ben 187 CV. Con una potenza del genere, assistita dal plus di coppia derivante dal motore elettrico, è veramente difficile rimpiangere un motore Diesel.

Anche perché nelle auto ibride l’intervento del motore elettrico a supporto del termico è completamente automatico e il guidatore non deve fare assolutamente nulla, quando ha bisogno di più potenza, se non premere l’acceleratore. Chi ha ancora dubbi sulle prestazioni di un’automobile ibrida, quindi, forse farebbe bene ad andare in concessionaria e a prenotare un test drive in condizioni di guida reali.

Ti è stato utile?   
Attendere prego...

Seguici anche sui canali social

Esperto risponde

Le risposte degli esperti di GreenStyle alle domande dei nostri lettori su alimentazione sostenibile, diete, riciclo, mobilità sostenibile, energie rinnovabili e pet care.

Scrivi agli esperti di GreenStyle