• GreenStyle
  • Salute
  • Esercizio fisico: allenarsi al mattino, come renderlo più facile

Esercizio fisico: allenarsi al mattino, come renderlo più facile

Esercizio fisico: allenarsi al mattino, come renderlo più facile

Praticare esercizio fisico al mattino può rivelarsi più difficile del previsto, ecco qualche consiglio utile per non rinunciare ad allenarsi.

Allenarsi al mattino presto per alcuni è un piacere, per altri ancor più difficile dell’esercizio fisico stesso. Per inclinazione personale o stili di vita, svegliarsi prima per l’allenamento non sembrerebbe essere alla portata di tutti. Esistono però alcuni “trucchi” per cercare di rendere meno pesante e proibitiva tale pratica.

Praticare esercizio fisico è spesso una delle attività meno interessanti, soprattutto se si tratta di un allenamento potenzialmente faticoso. Questo perché si tende a “tirare fuori” una scusa dietro l’altra pur di giustificare l’assenza in palestra o il mancato svolgimento delle routine prevista dal proprio piano. Alcuni suggerimenti potrebbero rivelarsi utili per ridurre le difficoltà, reali o immaginarie, legate alla scelta di allenarsi al mattino.

Coppia corre nel parco
Couple jogging in park at morning | Shutterstock – Fonte Couple jogging in park at morning | Shutterstock – Fonte Shutterstock

Come rendere più facile allenarsi al mattino

Il primo consiglio per rendere più facile allenarsi al mattino è riservare all’esercizio fisico un breve, ma proficuo periodo di tempo. Secondo recenti studi anche solo 10 minuti di allenamento per sessione possono portare preziosi benefici, soprattutto per quanto riguarda il lato motivazionale. In considerazione del fatto che l’attività fisica diventa più piacevole e minore è la “resistenza” emotiva all’impegno quando ormai ci si allena regolarmente da un po’, anche “solo 10 minuti” possono rivelarsi molto utili.

Una sensazione di benessere accompagnerà il proprio esercizio fisico, basterà praticarlo inizialmente per un periodo di tempo (durata di ciascuna sessione) non inferiore agli 8 minuti. La stessa corsa potrebbe non fornire tutti i suoi benefici in una frazione temporale così ridotta, ma potrà offrire un’ottima spinta affinché vengano superate le “barriere emotive” che impediscono di praticarla al mattino. Mano a mano che ci si appassionerà all’allenamento tenderà anche a crescere, compatibilmente con gli impegni, anche il numero di minuti trascorsi ad allenarsi.

A “convincere” il cervello della bontà dell’esercizio fisico, contribuendo a colmare la mancanza di volontà che è spesso causa della rinuncia all’allenamento, anche il rilascio di dopamina, serotonina e noradrenalina che segue l’attività fisica. Importante dal punto di vista mentale anche la corretta definizione di quelle che sono le scuse e le ragioni per cui non ci si dovrebbe allenare: le prime sono falsi problemi che possono essere facilmente risolti e come tali dovrebbero essere trattate.

Le giuste motivazioni sono un punto di forza per chi vuole allenarsi al mattino. Ecco quindi che fissare degli obiettivi alla propria portata e “innalzare l’asticella” mano a mano che vengono raggiunti rappresenta una chiave di volta per chi vuole praticare esercizio fisico nelle prime ore della giornata. Importante sarà inoltre individuare una ragione valida per esercitarsi così presto, un traguardo generale da voler centrare a ogni costo (essere meno stressati durante il resto del giorno, avere una migliore concentrazione sul lavoro ecc.)

Tai Chi Chuan
Tai Chi – Fonte Couple jogging in park at morning | Shutterstock – Fonte Shutterstock

Altri consigli utili

Se l’esercizio fisico mattutino è finalizzato alla perdita di peso la lista stilata dalla Harvard Medical School potrebbe rivelarsi molto interessante. Secondo gli esperti statunitensi le migliori attività per dimagrire sarebbero nell’ordine il nuoto, il Tai Chi, il sollevamento pesi e la camminata a passo veloce, in grado sia di bruciare calorie che di rafforzare l’apparato muscolo-scheletrico.

In base alle indicazioni fornite dal Public Health England e dal Royal College of General Practitioners la camminata a passo veloce si rivela un ottimo modo per tornare in forma, anche se praticata per appena 10 minuti al giorno. Un ottimo modo quindi per seguire uno dei consigli forniti nella precedente sezione, ovvero di iniziare con un allenamento di breve durata per invogliarsi e ridurre le possibili scusanti.

Per quanto riguarda i pasti è bene far trascorrere almeno 30-60 minuti tra la fine dell’esercizio fisico e l’assunzione di cibo, cercando poi di reintegrare vitamine e sali minerali persi durante lo sforzo. Se non fosse possibile attendere meglio concedersi un piccolo spuntino a base di frutta, magari aggiunta a un po’ di muesli o a dello yogurt.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social