Erbe aromatiche: con quali cibi abbinarle

Erbe aromatiche: con quali cibi abbinarle

Fonte immagine: Pexels

Come esaltare il sapore dei cibi usando le erbe aromatiche: ecco gli abbinamenti più gustosi e ricercati, da cui prendere spunto in cucina.

Le erbe aromatiche, come anche le spezie, rappresentano una vera risorsa in cucina per insaporire, condire, profumare e letteralmente aromatizzare pietanze di tutti i tipi. Sono un ingrediente naturale e del tutto salutare, usato molto spesso in alternativa al sale da chi non può abusarne, perché segue una dieta ipocalorica o semplicemente per evitare di andare incontro a patologie legate all’ipertensione.

Per ciascuna erba, anche se tipica della cucina mediterranea e presente nella maggior parte delle tavole, esistono alcune categorie di alimenti che si accompagnano in modo ottimale, cibi il cui sapore viene appunto esaltato dalla presenza di un aroma inconfondibile.

Per effettuare gli abbinamenti giusti, evitando di rovinare i sapori e soprattutto per trasformare anche un piatto povero e tradizionale in una pietanza ricercata, è bene conoscere le caratteristiche delle erbe aromatiche più utilizzate e scoprire gli accostamenti più azzeccati.

Menta

Menta
Fonte: Fresh mint on wooden table copy space. Selective focus via Shutterstock Fresh mint on wooden table copy space. Selective focus via Shutterstock

Rinfrescante e digestiva, la menta fresca o essiccata si sposa perfettamente con svariati piatti, dolci e bevande compresi: è perfetta per aromatizzare anche una semplice insalata se sono presenti carote, finocchi e patate, per insaporire la zucca e la zucchina, per profumare alcuni tipi di legumi come i ceci e i fagioli. Chi ama i gusti dolci può usare la menta per rendere saporita anche una semplice tazza di cioccolata calda o per rendere digestiva una macedonia di frutta.

Salvia

Salvia
Fonte: Salvia via pixabay Salvia via pixabay

Dal tradizionale accostamento al burro e alla margarina vegetale per condire i primi piatti fino agli abbinamenti più ricercati, con le verdure come la zucca, gli spinaci, le melanzane e i fagiolini: la salvia è molto versatile e può esaltare anche il gusto di alcuni frutti, come le mele. In unione con il succo di limone può essere usata per realizzare tisane drenanti e digestive.

Lavanda

Fiori di lavanda
Fonte: Lavender Flowers via Shutterstock Lavender Flowers via Shutterstock

Nota per il suo colore inconfondibile e per il profumo intenso, la lavanda può essere usata anche in cucina adoperando le foglie essiccate per arricchire numerose pietanze salate, oppure usando i fiori sempre essiccati per profumare dolci e dessert: è importante, tuttavia, dosare al meglio questa erba aromatica per non compromettere la delicatezza dei piatti e disturbare il palato. La lavanda è tra i componenti delle erbe provenzali, insieme al timo, al dragoncello, al rosmarino, alla salvia, menta e maggiorana.

Basilico

Basilico
Fonte: Basilico via pixabayBasilico via Pixabay

Trascurando gli abbinamenti più usati e scontati che vedono il basilico affiancare il pomodoro, crudo o cotto in gustose salse, è possibile menzionare alcune associazioni insolite ma molto delicate: questa erba aromatica si sposa bene con molti frutti, tra cui fragole e lamponi, oltre ad abbinarsi perfettamente con il limone e con alcuni tipi di formaggi freschi, tra cui la ricotta.

Alloro

Alloro, pianta
Fonte: Laurel leaves, bay leaf, after the rain via Shutterstock Laurel leaves, bay leaf, after the rain via Shutterstock

Ottimo per aromatizzare piatti a base di patate e legumi, l’alloro si accompagna bene con molti tipi di verdura, dalle carote al sedano, soprattutto se usato insieme ad alcune spezie come il curry o la curcuma in grado di esaltarne ancora di più il sapore. Questa erba viene spesso usata anche nella preparazione di conserve.

Maggiorana

Maggiorana
Fonte: Fresh marjoram,Marjoram background, sprig of marjoram via ShutterstockFresh marjoram,Marjoram background, sprig of marjoram via Shutterstock

Oltre che per aromatizzare piatti di carne, verdure grigliate e formaggi anche stagionati, la maggiorana è spesso adoperata per rendere completi e profumati alcuni tipi di olio e aceto. Molto simile all’origano, può comparire tra gli ingredienti del pane e di alcuni tipi di biscotti salati.

Timo

Timo legato
Fonte: Bunch of fresh organic thyme on a wooden background via Shutterstock Bunch of fresh organic thyme on a wooden background via Shutterstock

Molto comune in aggiunta alle verdure al forno, o alle patate, il timo può rappresentare una risorsa anche per profumare una fresca macedonia di frutta: si presta bene a esaltare il sapore di ciliegie, fichi e melone estivo. In ogni caso, l’aggiunta del timo rende tutto più digeribile.

Seguici anche sui canali social