Equinozio Primavera 2020: cos’è e quando cade

Equinozio Primavera 2020: cos’è e quando cade

Fonte immagine: Pixabay

La bella stagione è ormai alle porte: ecco quando avverrà l'equinozio di primavera e quali sono i luoghi del mondo dove vederlo.

Marzo segna tradizionalmente l’arrivo della bella stagione: dopo i freddi e il clima rigoroso dell’inverno, è il momento di approfittare di giornate più lunghe, temperature più gradevoli e al rifiorire della natura. La primavera comincia per consuetudine il 21 del mese, tuttavia vi è un preciso evento astronomico che ne sancisce l’inizio: quello dell’equinozio. Quando avviene e quali sono le date per il 2020?

Di seguito, tutte le informazioni sull’equinozio di primavera per l’anno in corso, nonché i luoghi più famosi al mondo dove la gente solitamente celebra l’arrivo della bella stagione.

Equinozio di primavera: cosa è, quando avviene

Terra e sole

Per equinozio si intende un fenomeno astronomico dovuto alla rivoluzione della Terra attorno al Sole. Questo astro, nel suo moto apparente rispetto proprio alla Terra, assume una posizione di zenit all’Equatore. Tale evento determina un fenomeno davvero particolare: durante l’equinozio, infatti, la durata del giorno e della notte sono identiche. Non a caso, il termine proviene dal latino “aequa-nox”, ovvero l’equilibrio tra giorno e notte.

L’equinozio di primavera, così come suggerisce il nome, determina l’avvio della bella stagione: a partire dal fenomeno astronomico, le giornate andranno infatti pian piano ad allungarsi, per raggiungere il loro culmine durante l’estate. Proprio per questa ragione, l’equinozio primaverile è stato celebrato da tutte le più grandi civiltà della storia: rappresentava la vittoria della luce sul buio, ovvero della luce sulla vita.

Naturalmente, quello dell’equinozio è un fenomeno che dipende anche dalla propria posizione sul Pianeta. Mentre l’emisfero boreale festeggia l’evento primaverile, infatti, in quello australe si verificherà l’equinozio autunnale.

L’equinozio di primavera cade sempre tra il 19 e il 21 marzo: la data non è fissa per questioni di calendario. L’anno gregoriano da 365 giorni non è perfettamente corrispondente a quello solare, di 365 giorni e qualche ora. Per questa ragione, ogni quattro anni viene adottato un calendario bisestile, con un giorno in più a febbraio, tale da determinare date variabili proprio per gli equinozi. Per il 2020 il fenomeno astronomico è atteso il 20 marzo alle 3.50 del fuso UTC, quindi alle 4.50 per quello italiano.

Equinozio di primavera: dove vederlo

Stonehenge

Sono molti i luoghi del mondo che, per la privilegiata posizione geografica oppure per la presenza di costruzioni o rilievi naturali, assicurano uno spettacolo unico durante gli equinozi. La primavera del 2020 non sarà però probabilmente ricordata come un periodo da dedicare ai viaggi, considerando le limitazioni agli spostamenti necessarie per contenere la recente epidemia da coronavirus 2019-nCoV. Tuttavia vale la pena di conoscere questi meravigliosi posti, magari da osservare da casa in diretta streaming: ogni anno, infatti, vengono organizzati live web e televisive per salutare l’appuntamento con la bella stagione.

Nell’immaginario comune questi fenomeni astronomici sono associati a Stonehenge, il luogo più noto per ammirare solstizi ed equinozi. Questo sito nel Regno Unito, probabilmente risalente agli albori dell’uomo, si caratterizza per megaliti disposti in posizione circolare: durante gli equinozi, la luce del sole si allinea alle grandi pietre creando dei giochi di chiarore unici al mondo.

Anche in Norvegia esiste un luogo analogo, ovvero il monte Torhatten: durante gli equinozi, sia di primavera che di autunno, i raggi del sole si allineano con una fessura presente nella montagna – un tunnel di 160 metri – per uno spettacolo indimenticabile. Effetto simile in Spagna, nel tunnel di Valdegorfa, con l’allineamento della luce solare sull’entrata e l’uscita del tunnel.

Infine, equinozi e solstizi sono fenomeni astronomici da vivere anche in Messico, approfittando delle piramidi Maya proprio costruite in funzione del movimento degli astri, così come tra le appuntite piramidi dell’Egitto.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Una spiaggia riscaldata per prendere il sole in inverno