• GreenStyle
  • Energia
  • Eolico galleggiante: potrebbe produrre 4 volte l’energia necessaria all’Europa

Eolico galleggiante: potrebbe produrre 4 volte l’energia necessaria all’Europa

Eolico galleggiante: potrebbe produrre 4 volte l’energia necessaria all’Europa

Un rapporto dell'European Wind Energy Association mette in evidenza il potenziale dell'eolico galleggiante in Europa.

Le turbine eoliche galleggianti potrebbero rifornire di energia pulita 145 mila famiglie europee: a dirlo è Deep Water, un rapporto a cura della European Wind Energy Association (EWEA), che sostiene come entro il 2017 si potrebbe sviluppare tale tecnologia a costi competitivi. Ma l’EWEA si spinge oltre: con progetti specifici e turbine posizionate in punti strategici, dal Mare del Nord si potrebbe ricavare un’energia pari 4 volte quella necessaria all’Europa.

Attualmente, l’eolico offshore europeo impiega 58 mila persone e produce appena 5 GW, ma le turbine galleggianti sono soltanto due, una nel Mare del Nord e una nell’Oceano Atlantico, anche se esistono quattro nuovi progetti sperimentali che stanno operando in Europa.

Complessivamente il settore dell’eolico offshore è destinato a crescere e potrebbe arrivare a toccare quota 40 GW entro il 2020, rappresentando il 4% della domanda di energia elettrica del Vecchio Continente.

Secondo il report Deep Water dell’EWEA, la necessità più impellente è quella di semplificare le procedure di autorizzazione, permettendo la diffusione di nuovi modelli di turbine in grado di operare in profondità marine superiori a 50 metri. Nel 2012, infatti, la profondità media dell’acqua di turbine eoliche offshore era di 22 metri.

Jacopo Moccia, capo del reparto Analisi politiche dell’EWEA ha spiegato:

Per consentire a questo settore di realizzare il proprio potenziale e offrire importanti benefici per l’Europa, è di vitale importanza un quadro normativo chiaro e stabile, che fissi regole per dopo il 2020, anche sulla base degli obiettivi vincolanti fissati per 2030 di energie rinnovabili vincolante.

Politiche chiare e semplici è la prima richiesta dell’EWEA all’Europa, per lo sviluppo di un potenziale così enorme: dopo le strategie politiche, spiegano gli esperti dell’associazione, servirà anche stanziare fondi per incrementare le ricerche e lo sviluppo di nuove tecnologie che massimizzino la produzione dell’eolico offshore.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Festival del Verde e del Paesaggio 2019: intervista a Gaia Zadra