Enzimi mangia plastica, bottiglie riciclate in poche ore

Enzimi mangia plastica, bottiglie riciclate in poche ore

Presentato un sistema di riciclo della plastica basato su un enzima, in grado di digerirla in poche ore.

Un enzima permetterà di ridurre la plastica in materiale riutilizzabile in alcune ore. Si tratta di un elemento presente nel comune compost, e che se adeguatamente modificato in laboratorio si rivela molto efficace nel trattare le bottiglie PET (quelle comunemente utilizzate per le bevande). A presentare il sistema è la Carbios, società che si avvale anche del supporto di alcune grandi compagnie tra le quali Pepsi e L’Oréal.

Si tratta di un enzima scoperto nel 2012, ma caduto nel dimenticatoio e soltanto ora recuperato. A dichiararlo il Prof. Alain Marty della Université de Toulouse, in Francia, a capo della divisione scientifica di Carbios. La tecnologia che vede protagonista l’enzima mangia-plastica è stata presentata ieri sulla rivista Nature.

Contrariamente a quanto avviene per diverse procedure di riciclo esistenti, spiegano i ricercatori, l’utilizzo di questo enzima modificato permette di riciclare la plastica PET e riutilizzarla per la produzione di nuove bottiglie (anziché per la sola realizzazione di pavimentazioni o vestiti). Al fine di rendere il processo più rapido la plastica viene tritata e portata a una temperatura di 72°C, così da favorire la “digestione” da parte dell’enzima.

La produzione dell’enzima è oggetto di una collaborazione tra la Carbios e la Novozymes e costerebbe circa il 4% di quanto costerebbe produrre bottiglie da plastica “vergine”. Il rischio però è che l’intero processo portare, includendo il riscaldamento e la triturazione della plastica, a costi superiori a quelli di un prodotto realizzate con materie prime ricavate dal petrolio. Martin Stephan (vice-direttore esecutivo di Carbios) ha affermato che stanno lavorando affinché si possa passare a un’efficienza su scala industriale tra il 2024 e il 2025.

Fonte: The Guardian

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente