• GreenStyle
  • Auto
  • Energia elettrica da rotolamento pneumatici grazie a nuovi dispositivi

Energia elettrica da rotolamento pneumatici grazie a nuovi dispositivi

Energia elettrica da rotolamento pneumatici grazie a nuovi dispositivi

Sumitomo Rubber ha inventato una nuova tecnologia che permette di recuperare energia elettrica dalla deformazione del pneumatico.

Lavorare sull’efficienza dell’auto elettrica non significa solo migliorare il rendimento del motore o ottimizzare l’aerodinamica. Anche i piccoli dettagli possono fare la differenza, soprattutto se contribuiscono concretamente alla riduzione dei consumi energetici. Molte case automobilistiche stanno lavorando molto in questo settore e stanno sviluppando sistemi sempre più raffinati per recuperare il più possibile l’energia.

C’è un settore dell’auto dove si può lavorare ancora molto ed è quello degli pneumatici. Un risultato interessante lo ha realizzato l’azienda giapponese Sumitomo Rubber, quinto produttore al mondo di pneumatici, che ha sviluppato un’interessante tecnologia chiamata “Energy Harvester” che permette di generare elettricità direttamente dalla deformazione del battistrada che avviene durante il normale rotolamento in strada.

In maniera molto semplice viene collocato un piccolo dispositivo dotato di elettrodi, all’interno della carcassa della gomma, che raccoglie l’energia statica che viene prodotta dall’attrito della gomma sull’asfalto. Ovviamente l’energia elettrica prodotta non è molta e secondo Sumitomo Rubber è in grado di alimentare i sensori di monitoraggio della pressione dell’auto o altri piccoli dispositivi, senza avere la necessità di dover usare altri fonti di energia o una batteria.

La ricerca per migliorare il più possibile l’efficienza delle auto elettriche passa anche da questi progetti. Ovviamente la tecnologia dovrà essere sviluppata e ottimizzata se si intende lanciarla effettivamente sul mercato. Per esempio sarà importante da capire quanti di questi mini dispositivi potranno essere inglobati nelle gomme per migliorare il recupero dell’energia. In ogni caso la ricerca è stata selezionata dalla Japan Science and Technology Agency (agenzia nazionale giapponese di ricerca e sviluppo) che la supporterà per accelerarne lo sviluppo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Orso M49: il video editoriale di Alfonso Pecoraro Scanio