• GreenStyle
  • Salute
  • Encefalite da zecca: record di casi per colpa del Coronavirus

Encefalite da zecca: record di casi per colpa del Coronavirus

Encefalite da zecca: record di casi per colpa del Coronavirus

Boom di casi di encefalite da zecca in Svizzera: colpa delle condizioni meteo e della Pandemia di Coronavirus secondo le autorità sanitarie.

L’aumento dei casi di encefalite da zecca sarebbe un effetto collaterale della pandemia di Coronavirus. A sostenerlo è l’Ufficio Federale della Sanità Pubblica (UFSP), in Svizzera. Nel Paese sono stati registrati 215 contagi da inizio anno, mentre erano stati meno della metà (97) durante lo stesso periodo del 2019.

Soltanto nell’ultimo mese sono stati registrati 124 casi, contro i 59 dello stesso periodo 2019. Secondo gli esperti a causare questo inatteso numero di contagi sarebbero stati due fattori. Il Coronavirus appunto, ma anche le particolari condizioni meteo di questa prima parte di 2020. Tuttavia non vi sarebbero legati diretti con la pandemia di Covid-19, quanto effetti indiretti legati in modo particolare al distanziamento sociale.

Secondo le autorità svizzere in molti hanno preferito le escursioni nella natura per uscire di casa e mantenere le distanze con persone non incluse nel nucleo familiare. Un numero di escursionisti superiore a quello abituale. Pandemia che si è presentata, in Svizzera, in corrispondenza del periodo di maggiore attività delle zecche (tra marzo e novembre):

È probabile che le condizioni meteorologiche favorevoli e le regole di distanziamento sociale imposte per fronteggiare l’epidemia di Sars-CoV-2 abbiano spinto più persone del solito a uscire nella natura. Non è inoltre da escludere che le misure di semiconfinamento abbiano impedito ad alcuni di farsi vaccinare.

La Svizzera invita i propri cittadini a procedere laddove possibile con le vaccinazioni, “particolarmente raccomandate” dai 6 anni di età in su. Come ha sottolineato l’UFSP:

È importante vaccinarsi per proteggersi contro la meningoencefalite primaverile-estiva da zecche (Fsme), malattia che può anche avere un decorso grave.

Fonte: Il Messaggero

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle