Emma Watson tinge il cane di rosa: è polemica

Emma Watson tinge il cane di rosa: è polemica

Emma Watson ha tinto il suo cane, Darcy, di rosa shocking: insorgono veterinari e animalisti, la pratica può essere dannosa per gli animali.

Emma Watson, l’acclamata attrice della saga di Harry Potter, è al centro del fuoco incrociato dei media e degli animalisti. La giovane è infatti stata avvistata in quel di Londra in compagnia del suo cagnolino, tinto per l’occasione di rosa shocking.

Sebbene non sia una pratica dolorosa per l’animale, sono molti i capi d’accusa che pendono per via mediatica sul capo della Watson. Tingere il manto di un cane può innanzitutto esporre l’animale a irritazioni, reazioni allergiche e altre – seppur improbabili – patologie. Poi è discutibile il messaggio che si lancia ai giovani, soprattutto per l’influenza che Emma ha sugli adolescenti: trattare gli amici a quattro zampe come se fossero delle bambole.

Il Daily Mail ha intervistato Stuart Simons, proprietario del negozio Groom Dog City dove la Watson si è recata per far tingere il suo cagnolino Darcy. L’uomo ha rassicurato i giornalisti sulla sicurezza dell’operazione, ma le critiche all’attrice non si sono comunque placate:

«Il rosa è il colore più gettonato, ma abbiamo trattato anche un altro Bichon chiamato Casper con una cresta blu. […] Bagno il cane, passo lo shampoo, lascio l’applicazione per 5 minuti e poi risciacquo tutto. Siccome Darcy è bianco, il colore ha preso molto bene. È davvero un cane calmo, davvero adorabile, e ha gradito il trattamento.»

Dopo il tatuaggio per cani e lo smalto per unghie per Fido, una nuova mania della moda colpisce gli animali da compagnia. E i danni sono potenzialmente infiniti, anche qualora la procedura fosse davvero sicura, così come spiegano alcuni veterinari interrogati dalla testata inglese:

«I cani non sono giocattoli, non sono bambole. Se si spargono sostanze chimiche sulla pelliccia di un cane, si possono causare problemi di salute. Anche se la tintura fosse completamente sicura, si altera comunque l’aspetto e l’odore con cui il cane si mostra ad altri animali. Può avere effetti potenziali sul modo con cui il cane interagisce con i suoi simili. Un cane è un essere vivente che non può dirci se gradisca essere rosa.»

Una brutta caduta di stile per la Watson, solitamente attente e molto sensibile sia al mondo degli animali che alle cause umanitarie.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Monitorano per un anno un faggio del Parco Nazionale d’Abruzzo