• GreenStyle
  • Consumi
  • Emergenza rifiuti a Roma: truffa ai danni di cittadini e commercianti?

Emergenza rifiuti a Roma: truffa ai danni di cittadini e commercianti?

Emergenza rifiuti a Roma: truffa ai danni di cittadini e commercianti?

Fonte immagine: Cineberg / iStock

Potrebbe nascondersi una truffa ai danni di AMA e del Comune di Roma dietro l'emergenza sanitaria legata alla mancata raccolta di rifiuti.

Potrebbe esserci una maxi truffa dietro l’emergenza rifiuti a Roma. Secondo quanto affermato in un servizio delle Iene la raccolta differenziata presso bar, negozi e ristoranti verrebbe svolta dalla Roma Multiservizi al grido di “spara e scappa”. Una curiosa espressione che sarebbe stata coniata dai dirigenti della controllata AMA per incitare i propri dipendenti a non ritirare l’immondizia, ma limitarsi a un veloce passaggio di badget elettronico presso i punti vendita.

La possibile truffa ai danni di AMA e del Comune di Roma, ma soprattutto dei cittadini romani è stata sottolineata da un servizio delle Iene, che dietro una segnalazione anonima da parte di uno degli addetti alla raccolta ha realizzato alcuni filmati. Secondo le testimonianze e i video raccolti dalle Iene la Roma Multiservizi effettuerebbe i giri durante le ore notturne, anziché in orario diurno come previsto, al fine di trovare gli esercizi commerciali chiusi e non ritirare quindi i rifiuti presenti nel locale. Una pratica che verrebbe imposta dagli stessi dirigenti, sempre secondo quanto affermato dalla fonte anonima:

I dirigenti di Roma Multiservizi hanno fatto una riunione agli inizi, dicendoci “Attaccate più tardi”, e attaccare più tardi significa non raccogliere perché i negozi sono chiusi.

Nei video delle Iene si vedono alcuni dipendenti della Roma Multiservizi fermarsi presso bar, ristoranti, ma anche negozi e non procedere ad alcun ritiro, ma utilizzare un lettore elettronico, a volte due apparecchi, per “badgiare” rapidamente e allontanarsi a mani vuote. Secondo quanto affermato dalla fonte anonima ogni “colpo” di badge corrisponderebbe a un pagamento da parte di AMA in favore di Roma Multiservizi, in funzione del servizio svolto.

Il servizio però non verrebbe affatto svolto, secondo quanto testimoniato dai filmati oltre che dai rifiuti presenti in strada/nei cassonetti e dalle numerose lamentele espresse dagli esercenti. Questi ultimi lamentano non soltanto condizioni igienico-sanitarie insufficienti, ma anche danni all’immagine e agli incassi del locale. Titolari spesso costretti a smaltire l’immondizia nei cassonetti per la raccolta domestica con il rischio di ricevere, unendo al danno la beffa, una multa da parte di AMA.

“Voglio denunciare una truffa ai danni dei romani per la raccolta dell’immondizia”. La clamorosa rivelazione di un operatore raccolta da Filippo Roma. Chi fa il furbo con i rifiuti? 👇

Posted by Le Iene on Tuesday, October 8, 2019

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Antimuffa naturale fai da te