• GreenStyle
  • Pets
  • Emergenza locuste in Somalia e Kenya: colpa dei cambiamenti climatici

Emergenza locuste in Somalia e Kenya: colpa dei cambiamenti climatici

Emergenza locuste in Somalia e Kenya: colpa dei cambiamenti climatici

Fonte immagine: Pixabay

Miliardi di locuste hanno invaso nazioni come il Kenya e la Somalia: la situazione è drammatica, la colpa sarebbe dei cambiamenti climatici.

Miliardi di locuste stanno invadendo i Paesi del Corno d’Africa, distruggendo qualsiasi campo coltivato incrocino sul loro cammino. Sono queste le immagini drammatiche che provengono da nazioni come il Kenya e la Somalia, dove la situazione è divenuta tanto ingestibile da costringere al blocco del traffico aereo. Non si vedevano invasioni di simile portata da 70 anni a questa parte e, secondo gli esperti, la colpa sarebbe dei cambiamenti climatici.

La situazione risulta drammatica ormai da diverse settimane, in particolare dallo scorso dicembre, quando uno sciame di locuste ha costretto un aereo in Etiopia a intraprendere una rotta di emergenza. La FAO ha confermato il dramma in corso, dove miliardi di insetti riempiono i cieli formando una fitta coltre di esemplari, rendendo l’aria praticamente irrespirabile e letteralmente distruggendo ogni forma di vegetazione, dai campi coltivati alle piante dalla crescita spontanea.

Le locuste si sarebbero riprodotte senza sosta, e ben lontane dai normali limiti, a partire dallo scorso autunno, quando una stagione delle piogge intensa e anomala ha colpito lo Yemen. La presenza di acqua e umidità ha permesso agli insetti di moltiplicarsi in gran numero, dopodiché sarebbe partita una migrazione sul Corno d’Africa attraversando il Mar Rosso. Le locuste possono compiere 150 km al giorno, così come riferisce BBC, e ingerire nelle 24 ore un quantitativo di cibo superiore al loro peso. Senza nessuna forma di contenimento, il numero di esemplari attuali potrebbe crescere di 500 volte entro il prossimo giugno.

La Somalia ha dichiarato in questi giorni lo stato di emergenza: il locale Ministero dell’Agricoltura locale ha dichiarato che gli insetti rappresentano “una grande minaccia alla fragile situazione dell’approvvigionamento di cibo nel Paese”. In Kenya, nel frattempo, dallo scorso weekend cinque aerei stanno spruzzando pesticidi su tutto il territorio, nel tentativo di contenere l’invasione. Secondo le Nazioni Unite, potrebbero essere necessari 76 milioni di dollari per provvedere alla disinfestazione delle aree colpite nell’Africa orientale.

Fonte: BBC

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra