• GreenStyle
  • Attualità
  • Emergenza Climatica Roma: già 20mila firme per chiamare all’azione Virginia Raggi

Emergenza Climatica Roma: già 20mila firme per chiamare all’azione Virginia Raggi

Emergenza Climatica Roma: già 20mila firme per chiamare all’azione Virginia Raggi

Fonte immagine: iStock

Una petizione lanciata da Alfonso Pecoraro Scanio ha raccolto già 20.000 firme affinché la Raggi agisca contro i cambiamenti climatici.

La Capitale d’Italia deve essere un esempio positivo nella lotta al climate change dichiarando l’emergenza climatica. Un appello fortemente voluto da Alfonso Pecoraro Scanio si è tradotto in una petizione su Change.org che sta raccogliendo migliaia di firme a soli due giorni dal lancio. Sono già 20.000 le persone che hanno aderito e il numero continuerà a crescere.

Tra i primi firmatari della petizione anche il sottoscritto, in qualità di direttore di GreenStyle, Enea Roveda, amministratore delegato di Lifegate, Rosalba Giugni, presidente di Marevivo, Livio De Santoli, prorettore de l’Università di Roma La Sapienza, Luca Franceschetti e Federica Gasbarro, entrambi portavoce di Fridays for Future Roma, Stefano Zago, direttore di Teleambiente, Carlo Medaglia, prorettore Link Campus University, Pietro Cesaro, co-fondatore Duegradi.

Le richieste dell’ex Ministro dell’Ambiente e attuale direttore della Fondazione Univerde, e di tutti i firmatari, sono estremamente chiare e dirette in primis alla sindaca Virginia Raggi, ma anche al presidente dell’Assemblea Capitolina, al presidente della commissione ambiente e a tutti i capigruppo consiliari.

Emergenza Climatica Roma
Emergenza Climatica Roma

Queste le 4 richieste formulate nella petizione:

DICHIARARE L’EMERGENZA CLIMATICA E AMBIENTALE con la più larga convergenza possibile dei gruppi presenti nell’Assemblea Capitolina.

APPROVARE UNA DELIBERA con tempi certi e azioni concrete di mitigazione e adattamento per contrastare il cambiamento climatico e per arrivare entro il 2030 a dimezzare le emissioni di CO2 e altri gas climalteranti e di azzerare le emissioni di C02 e l’uso dei combustibili fossili entro il 2050.

VALUTARE LA POSSIBILITÀ DI ANTICIPARE AL 2040 L’OBIETTIVO DI FUORIUSCITA DAI COMBUSTIBILI FOSSILI in considerazione dell’accelerazione del cambiamento climatico in atto.

OFFRIRE la collaborazione di Roma per ospitare e sostenere alcuni degli eventi preparatori della Cop26 del 2020 con particolare riferimento alla Youth Cop.

La Youth Cop, in particolare, sarà un’occasione importante per offrire un momento di aggregazione ai tantissimi giovani che, come Greta Thunberg, stanno ragionando ma soprattutto si stanno battendo pacificamente per avere un futuro e una Terra ancora vivibile nel prossimo decennio.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra