• GreenStyle
  • Energia
  • Elettricità al posto del diesel per le GPU degli aeroporti olandesi

Elettricità al posto del diesel per le GPU degli aeroporti olandesi

Elettricità al posto del diesel per le GPU degli aeroporti olandesi

Fonte immagine: Royal Schiphol Group

Gli aeroporti olandesi gestiti da Royal Schiphol Group si avviano a ridurre le emissioni grazie all'impiego di GPU elettriche al posto di quelle alimentate a gasolio.

Il processo di elettrificazione non coinvolge solamente il mondo dei trasporti terrestri, ma anche il comparto aeronautico. Lo dimostra la notizia confermata da Royal Schiphol Group, che ha deciso di utilizzare per l’alimentazione delle sue GPU l’elettricità al posto del tradizionale carburante diesel.

Le GPU, acronimo di Ground Power Unit, sono dei generatori di corrente impiegati negli aeroporti per rifornire gli aerei dell’energia necessaria per il funzionamento dei sistemi di bordo. Questi apparecchi producono corrente bruciando solitamente del gasolio, ma adesso si stanno affacciando sul mercato dei modelli di nuova generazione funzionanti grazie all’elettricità ed è proprio verso questo tipo di soluzione che si sta indirizzando la Royal Schiphol Group.

La compagnia olandese attiva nel settore aeroportuale ha deciso di adottare delle nuove E-GPU per ridurre le emissioni inquinanti. Per capire i vantaggi a favore dell’ambiente assicurati da queste soluzioni basti pensare a quanto dichiarato dalla stessa Schiphol, secondo cui le E-GPU contribuiscono a ridurre del 90% le emissioni di CO2 e del 95% le emissioni di NOx se comparate alle tradizionali GPU diesel.

Ad oggi le nuove Ground Power Unit sono impiegate nell’aeroporto di Amsterdam, in quello di Eindhoven e negli scali di Rotterdam e Brisbane. L’obiettivo è però quello di incrementare la loro diffusione per raggiungere l’obiettivo di far diventare “climate neutral” gli aeroporti olandesi entro il 2030.

Seguici anche sui canali social