• GreenStyle
  • Pets
  • Elefanti torturati per intrattenere i turisti: il video shock

Elefanti torturati per intrattenere i turisti: il video shock

Elefanti torturati per intrattenere i turisti: il video shock

Fonte immagine: Pixabay

Elefanti torturati brutalmente per addestrarli all'intrattenimento dei turisti: le immagini shock dell'associazione World Animal Protection.

Elefanti brutalmente torturati e seviziati, per addestrarli all’intrattenimento dei turisti. È questo il contenuto di uno straziante filmato reso disponibile da World Animal Protection, per sensibilizzare sui maltrattamenti che questi pachidermi subiscono quotidianamente. Immagini cruente ma efficaci affinché il cambiamento parta dagli stessi viaggiatori: quando si è in vacanza, bisogna rifiutare qualsiasi attività che preveda il ricorso agli animali.

Il video di World Animal Protection testimonia la situazione del nord della Thailandia, dove centinaia di elefanti vengono quotidianamente impiegati per l’intrattenimento di turisti. Da passeggiate sul dorso dei pachidermi, fino a spettacoli di strada improvvisati, questi esemplari vengono sottoposti a un durissimo addestramento.

Corde e catene: il dramma degli elefanti

Il filmato mostra cuccioli e giovani adulti immobilizzati con delle corde, affinché si abituino a inginocchiarsi per raccogliere i turisti. Per obbligare gli animali a seguire gli ordini, catene e cavi sono avvolti attorno al loro collo: non appena il pachiderma assume una posizione diversa da quella richiesta, il cavo si stringe causando strangolamento. Gi animali verrebbero inoltre colpiti e sottoposti a varie sevizie, così come testimoniato dai barriti disperati ripresi dalle videocamere.

Il recente lockdown da coronavirus ha determinato una riduzione sensibile dei maltrattamenti a carico degli elefanti, poiché il turismo è in fase di stop. World Animal Protection chiede quindi ai viaggiatori di scendere in campo affinché questo periodo sereno prosegua anche dopo il ritorno alla normalità, rifiutando di partecipare a qualsiasi evento turistico con protagonisti dei pachidermi. Così spiega Audrey Mealia, Global Head della divisione Wildlife dell’associazione:

Siamo al punto di svolta nella nostra relazione con gli animali selvatici. Per troppo tempo queste creature intelligenti e sociali sono rimaste vittima di un commercio crudele, che strappa i cuccioli dalle loro madri e dai loro branchi. In natura, madre, figlia e nipote trascorrono la loro intera esistenza insieme. […] Vogliamo perciò mostrare le sofferenze che questi animali subiscono, una vita horror per garantire un’esperienza vacanziera “unica nella vita”.

Fonte: TravelPulse

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle