Egitto: incidente nucleare nel delta nel Nilo

Egitto: incidente nucleare nel delta nel Nilo

Fonti giornalistiche hanno confermato che nel reattore Anshad 1, situato a 60 km dal Cairo, si sarebbe verificata una fuoriuscita di acqua contaminata

Secondo numerose fonti giornalistiche, in una vecchia centrale nucleare situata nel delta del Nilo (circa 60 km dal Cairo) potrebbe essere avvenuta un’esplosione che ha provocato la fuoriuscita di materiale radioattivo. Si tratterebbe, in particolare, del reattore Anshad 1, risalente al 1961 e in attesa di un ammodernamento.

L’incidente, classificato come di livello 3 secondo la scala AIEA, sarebbe avvenuto mercoledì 25 maggio e sarebbe stato causato dall’attivazione del reattore in assenza dell’autorizzazione preventiva rilasciata dal centro di sicurezza nucleare.

Le prime smentite circa la pericolosità dell’incidente sono arrivate direttamente da Mohamed el Qolali, capo dell’autorità per l’energia atomica egiziana, il quale ha affermato che non esiste alcun pericolo in quanto i livelli di radiazione nella centrale di Anshas 1 sarebbero entro limiti normali. El Qolali, riferendosi infine a “notizie giornalistiche” che riferivano di una fuoriuscita di acqua contaminata, ha smentito categoricamente affermando che l’ente esegue annualmente dei lavori di manutenzione e di controllo.

La notizia della fuga radioattiva è stata comunque confermata dall’ex presidente del dipartimento dei reattori nucleari, Samer Mekhemar, il quale ha spiegato che Anshas 1 era fermo a causa di un’altra esplosione verificatasi nell’aprile 2010.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dentifricio alla menta fatto in casa