• GreenStyle
  • Auto
  • Ecomondo 2019, Peugeot: transizione energetica nuova era della mobilità

Ecomondo 2019, Peugeot: transizione energetica nuova era della mobilità

Ecomondo 2019, Peugeot: transizione energetica nuova era della mobilità

Fonte immagine: Peugeot

Da Ecomondo 2019 Peugeot presenta le novità rivolte a promuovere lo stretto rapporto tra mobilità sostenibile e transizione energetica.

La transizione energetica come vera e propria nuova era della mobilità. Questa la visione di Peugeot, presentata oggi a Ecomondo 2019 in occasione della seconda giornata degli Stati Generali della Green Economy (sessione dedicata alla mobilità sostenibile), che ritiene le nuove fonti di energia fondamentali per quanto riguarda il settore Ricerca e Sviluppo.

Secondo Peugeot il rapporto tra mobilità sostenibile e transizione energetica risulterà strategico per l’evoluzione del comparto automobilistico. Come ha sottolineato la stessa casa costruttrice a Ecomondo 2019, punto forte di tale sinergia sarà l’elettrificazione dei veicoli e un approccio votato alla sperimentazione. Queste le parole di Salvatore Internullo, Direttore Peugeot Italia:

Per lo sviluppo dei futuri veicoli ibridi ricaricabili ed elettrici, Groupe PSA ha scelto un approccio ingegnoso e competitivo: progettare piattaforme efficienti, modulari e multi-energia. L’obiettivo al 2025 è di avere una versione elettrificata per tutti i modelli della gamma vetture e veicoli commerciali. Insomma, chi vorrà scegliere un’auto e rispettare l’ambiente non dovrà più scendere a compromessi.

Una sfida senza precedenti che PEUGEOT raccoglie con grande entusiasmo e serenità, grazie alla sua lunga esperienza maturata in oltre due secoli di storia industriale durante i quali ha fortemente innovato il mercato in cui ha operato. Oggi ci troviamo di fronte a una nuova era della mobilità, a un nuovo modo di concepire l’automobile. Il primo passo concreto e tangibile di questa nuova era è rappresentato da Nuova PEUGEOT 208, per la prima volta disponibile anche in versione 100% elettrica.

Entrando più nel dettaglio, sono due le piattaforme modulari e universali su cui ha deciso di puntare Groupe PSA per lo sviluppo dei propri modelli. Entrambe permetteranno di realizzare veicoli elettrici, ma anche ibridi plug-in, già dal 2019 (previsto il lancio di 7 veicoli entro il 2021):

  • Piattaforma e-CMP: permette di proporre una nuova generazione di veicoli elettrici versatili e spaziosi. A partire dal 2019 ed entro il 2021, saranno commercializzate quattro versioni elettriche dei brand Peugeot, Citroën, Opel e DS automobiles.
  • Piattaforma EMP2: permette di produrre i primi modelli ibridi a benzina ricaricabili dotati delle migliori prestazioni di ibridazione: modelli SUV e CUV con motricità elettrica ad alte prestazioni 4×4; autonomia di 50/60 km in modalità elettrica; abitabilità inalterata rispetto alle versioni termiche (passeggeri e bagagliaio); consumo eccezionale in città (40% in meno rispetto a un modello esclusivamente termico).

Lo sguardo di Peugeot è rivolto più in generale alla mobilità del futuro, vista non soltanto come auto privata, ma anche come soluzioni per la condivisione delle vetture sostenibili. Soluzioni in tal senso sono state sviluppate da Free2Move, marchio di Groupe PSA specializzato in sistemi per l’utilizzo di servizi connessi con la mobilità zero emission (inclusi car sharing, noleggio e leasing).

Automobili connesse con le Smart City al centro della collaborazione tra Groupe PSA e Huawei. Accordo che ha portato allo sviluppo di una nuova piattaforma, in grado di connettere la vettura all’Internet of Things (IoT). Sarà necessario inoltre sviluppare architetture in grado di far interagire i sistemi su due linee: comunicazione tra veicoli (Car to Car) e tra vetture e strutture presenti sul territorio (Car to Infrastructure), ad esempio per ricevere informazioni relative alla circolazione o a pedoni fuori dal campo visivo.

Tra gli aspetti sottolineati da Peugeot a Ecomondo 2019 anche la necessità di un approccio globale in merito alla sostenibilità ambientale. Una visione che tenga conto di tutti gli aspetti che compongono la realizzazione e il ciclo di vita del prodotto. L’impegno del Groupe PSA è di costruire veicoli utilizzando il 30% di materiali bio o riciclati, migliorando così la tutela ambientale e riducendo i costi di realizzazione delle auto.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ecomondo 2018: RAEE e uno contro zero – Remedia, AIRES, ANCRA