• GreenStyle
  • Consumi
  • Ecomondo 2019: CONOU, pubblicato il Rapporto di Sostenibilità 2018

Ecomondo 2019: CONOU, pubblicato il Rapporto di Sostenibilità 2018

Ecomondo 2019: CONOU, pubblicato il Rapporto di Sostenibilità 2018

Fonte immagine: CONOU

Presentato da CONOU, a Ecomondo 2019, il proprio Rapporto di Sostenibilità 2018.

CONOU ha scelto Ecomondo 2019 per la presentazione del proprio Rapporto di Sostenibilità 2018, redatto secondo lo standard internazionale GRI. Il documento sottolinea non soltanto i risultati raggiunti dal Consorzio e i miglioramenti rispetto all’anno precedente, ma anche i benefici offerti al Pianeta da una corretta gestione degli oli usati.

Secondo quanto riportato nel Rapporto di Sostenibilità 2018 presentato a Ecomondo 2019 i componenti della filiera del Consorzio hanno raccolto circa 187mila tonnellate di oli usati, con una crescita del 2,7% rispetto al 2017 e una percentuale prossima al 100% per quanto riguarda il quantitativo raccoglibile. I liquidi raccolti sono stati conferiti e utilizzati per ricavare 123mila tonnellate di basi rigenerate.

Ottenute inoltre 42mila tonnellate di altri prodotti. Per quanto riguarda il risparmio sulla bolletta energetica nazionale, l’attività CONOU ha contribuito a un risparmio pari a 85 milioni di euro nel solo 2018. Rapporto di Sostenibilità CONOU che non rappresenta soltanto i numeri delle performance ambientali del Consorzio, ma anche l’attenzione posta dalle aziende della filiera a garantire continuità nell’ambito della sostenibilità economica, sociale e ambientale. A sottolinearlo Riccardo Piunti, vicepresidente CONOU:

Elementi salienti di questo percorso di trasparenza (che proseguirà l’anno prossimo con la formale certificazione del Rapporto 2019), sono il ruolo centrale dello Stakeholder e il concetto di Filiera da un lato e la matrice di Materialità dall’altro, che insieme all’economia circolare sono ormai centrali per le imprese italiane.

Al centro del rapporto l’analisi dell’impatto Economico Sociale e Ambientale del CONOU. Nello specifico vengono comparati gli impatti effettivi con quelli evitati in virtù del recupero di materia pregiata garantito dalla rigenerazione. Un sistema quest’ultimo che ha consentito di tagliare 74mila tonnellate di emissioni di CO2 equivalenti in atmosfera.

In termini di occupazione di suolo le attività CONOU hanno permesso di preservare 45 ettari all’anno rispetto al ciclo lineare. Benefici anche in termini di risparmio d’acqua (-120 milioni di metri cubi). Rapporto di Sostenibilità 2018 che ha rappresentato anche l’occasione per esaminare tre sfide, affrontate da CONOU nel corso della sua storia:

  • Quantità Raccolta – recuperato circa il 47% dell’olio immesso al consumo, al limite massimo di raccoglibilità;
  • Quantità Rigenerata – anche grazie alla evoluzione tecnologica delle raffinerie è stato rigenerato il 100% dell’olio raccolto;
  • Qualità – a fronte della evoluzione tecnologica dei lubrificanti occorre fronteggiare nuove problematiche, come il contenuto crescente di silicio nell’olio usato (con i conseguenti impatti negativi sul processo della rigenerazione).

Ha commentato Paolo Tomasi, presidente CONOU:

La strada dell’economia circolare si presenta come l’unica via possibile per tradurre in concreto i principi della sostenibilità economica e ambientale. Il nostro Rapporto è la dimostrazione di come un’organizzazione di filiera efficiente con un profondo radicamento territoriale, insieme con competenza, innovazione e sviluppo tecnologico, possa raggiungere risultati di eccellenza che fanno del nostro Paese un riferimento in Europa. Oggi proseguiamo il nostro percorso nel miglioramento della qualità degli oli raccolti affinché la resa dei processi di riciclo, tramite la rigenerazione, possa risultare sempre più elevata.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ecomondo 2018: intervista a Giovanni Teodorani Fabbri – Fater SMART