Eclissi 2019: il 21 gennaio la prima visibile dall’Italia

Eclissi 2019: il 21 gennaio la prima visibile dall’Italia

Il cielo del 2019 regalerà diversi momenti spettacolari con eclissi, piogge di meteore, superlune e il transito di Mercurio tra la Terra e il Sole: le date.

Il 2019 potrebbe rivelarsi un anno molto interessante dal punto di vista astronomico. Il 6 gennaio è andata in scena la prima eclissi solare parziale, l’evento si è contraddistinto per una copertura non totale del Sole da parte della Luna, visibile però solo in Asia Nord-Orientale e Nord Pacifico. Purtroppo l’Italia è rimasta tagliata fuori dall’evento, ma potrà presto rifarsi. Diverse le eclissi attese nell’anno appena iniziato, insieme a una delle più grandi piogge di meteore, al transito di Mercurio e alle superlune.

Basterà attendere il 21 gennaio 2019 per poter assistere dall’Italia alla prima eclissi lunare dell’anno. La Luna sarà inoltre nel punto più vicino alla Terra tanto da apparire più grande e luminosa del solito, oltre che decisamente più rossa. L’attesa per il duplice fenomeno è fissata alle 18:12 italiane, quando la superluna risulterà visibile anche in America, Africa e nell’Europa occidentale.

Una delle più affascinanti piogge di meteore è attesa per il 6 maggio, mentre il 2 luglio un’eclissi totale di Sole sarà visibile dal sud del Cile, in Argentina e in parti del Pacifico meridionale. L’Italia potrà godere il 16 luglio di un’altra eclissi lunare, parziale (circa due terzi), con orario di inizio fissato alle 22:31 italiane: l’evento interesserà anche Europa, Africa, Asia, Australia e Sud America.

L’11 novembre avverrà un altri degli assai poco frequenti passaggi di Mercurio tra la Terra e il Sole, circa 13 volte ogni 100 anni. Il transito è previsto a partire dalle 13:34 e avrà una durata complessiva di circa 5 ore e mezza: per vederlo sarà necessario utilizzare un telescopio e degli opportuni filtri solari. A chiudere l’anno, all’alba del 26 dicembre, un’eclissi solare anulare visibile dalla Penisola Arabica e dal Sud dell’Asia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella