Earth Day 2020: via ai festeggiamenti digitali causa Coronavirus

Earth Day 2020: via ai festeggiamenti digitali causa Coronavirus

Fonte immagine: Pixabay

Anche l'Earth Day apre al digitale per consentire la partecipazione di tutti, anche di chi è soggetto a limitazioni per la pandemia di Coronavirus.

Anche l’Earth Day 2020 dovrà fare i conti con le limitazioni causate dall’emergenza Coronavirus. Ecco quindi che per l’appuntamento del 22 aprile gli organizzatori hanno predisposto una serie di iniziative digitali per consentire l’adesione di tutti senza mettere nessuno a rischio.

Come hanno sottolineato anche gli organizzatori dell’Earth Day la priorità in questo momento non è soltanto quella di sostenere la tutela del Pianeta, ma anche quella di garantire la sicurezza di chi ha a cuore la Terra. Ha dichiarato Kathleen Rogers, presidente dell’Earth Day Network:

La salute e la sicurezza di volontari e partecipanti agli eventi dell’Earth Day è una preoccupazione primaria per l’Earth Day Network. A causa dei recenti sviluppi incoraggiamo le persone a sollevarsi, ma a farlo in maniera sicura e responsabile – in molti casi ciò vuol dire che le nostre voci guideranno azioni online anziché di persona.

Considerato che la pandemia di Coronavirus non ha colpito tutti i Paesi in maniera uniforme, proseguono gli organizzatori, qualcuno potrebbe provare a partecipare di persona ad alcuni eventi. A questo proposito l’Earth Day Network invita a prestare la massima cautela e a seguire le indicazioni fornite dalle autorità locali. Ha concluso Kathleen Rogers:

L’attuale pandemia dimostra che i governi devono affidarsi alla scienza quanto prima. Come possiamo vedere molti governi sono stati lenti nel rispondere, quando non indifferenti, a quanto diceva la scienza in merito alla pandemia di Coronavirus. Le ultime settimane hanno dimostrato però che la nostra società, anche a livello internazionale, è capace di sforzi di massa su tutti i settori per far fronte a una crisi. Dobbiamo applicare la stessa scala e urgenza alla nostra risposta ai cambiamenti climatici.

Fonte: Inhabitat

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella