E-Cat: l’Hot Cat produrrà anche un campo elettromagnetico

E-Cat: l’Hot Cat produrrà anche un campo elettromagnetico

L'Hot Cat produrrebbe elettromagnetismo e questa scoperta di Andrea Rossi apre a nuove ipotetiche soluzioni tecnologiche.

L’anno nuovo si annuncia estremamente interessante per quanto riguarda il mondo della fusione fredda. Se vi abbiamo già parlato delle novità in casa Defkalion, neanche Andrea Rossi è stato parco di sorprese.

Stimolato da un curioso sul suo blog, l’ingegnere italiano ha fatto delle clamorose rivelazioni attorno alla sua creatura. Da alcune analisi fatte, infatti, l’Hot Cat, la versione ad alta temperatura dell’E-Cat, produrrebbe non solo energia termica, raggiungendo una temperatura stabile di 1000 gradi, ma anche un campo elettromagnetico.

>> Leggi tutte le notizie sull’E-Cat

In pratica, questo significherebbe la possibilità di generare energia elettrica a prescindere dal sistema termico. Rossi, poi, ha precisato anche che

  • la produzione del campo elettromagnetico sarebbe indipendente dalla temperatura raggiunta;
  • il suo auspicio è quello, ora, di creare un reattore capace di generare energia elettromagnetica a basse temperatura, possibilmente a temperatura ambiente.

È presto per valutare l’importanza di questa scoperta – ricordiamo come in molti nutrano dubbi, per altro spesso legittimi, sull’effettivo funzionamento del reattore Rossi-Focardi -, ma nulla vieta di immaginare le possibili applicazioni di questo ipotetico “Cold Cat“.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

MCE 2018: intervista a Gabriele Pianigiani – Midea