E-Cat: aumenta densità energetica per l’Hot Cat

E-Cat: aumenta densità energetica per l’Hot Cat

Nuove dichiarazioni di Andrea Rossi attorno all'Hot Cat: migliorata sensibilmente la densità energetica.

Pungolato su internet, Andrea Rossi continua a dare conferme sulle nuove svolte tecnologiche riguardanti l’E-Cat. Come abbiamo visto di recente, molti degli sforzi sono concentrati nell’aumento della “densità energetica”. In parole povere, aumentare la produttività del reattore, diminuendone nel frattempo le dimensioni.

Il lavoro si concentra soprattutto sulla variante “calda” dell’E-Cat, il cosidetto Hot Cat. Recenti dichiarazioni dell’ingegnere italiano tendono a confermare di avere ottenuto grandi risultati in materia. Risultati che non possono essere confermati però finché gli esperimenti indipendenti in corso non daranno un responso, positivo o negativo che sia.

Da qui la riserva di Rossi ha indicare le nuove dimensioni del reattore. I test saranno terminati in un mesetto, stima lo stesso ingegnere, che confessa però di non avere alcun controllo reale su questi tempi. Inoltre, terminate le operazioni empiriche, ci vorrà del tempo per preparare il “paper” e perché una rivista scientifica lo pubblichi dopo il processo di peer review.

Quanto sono credibili queste dichiarazioni? A nostro modo di vedere, né più e né meno di altre dello stesso Rossi. Chi ha fiducia in lui può apprezzare gli sforzi volti a rendere sempre più interessante l’invenzione. Gli scettici troveranno conferma nella loro posizione dal fatto che, ad oggi, Rossi non ha ancora mostrato un’evidenza certa del funzionamento del reattore LENR.

La conferma di una prossima pubblicazione dei risultati di test indipendenti potrebbe essere un momento chiave per capirci di più. Se saranno pubblicati su almeno una rivista rinomata e saranno positivi, molti scettici saranno costretti a cambiare idea.

Viceversa, se si avranno risultati negativi o se la pubblicazione susciterà qualche perplessità, sarà difficile per gli “ottimisti” continuare a sperare. Dopo tanto tempo, la mancanza di una prova certa costituirà probabilmente qualcosa più di un indizio.

Seguici anche sui canali social