DustCart il robot italiano che ripulisce l’ambiente

DustCart il robot italiano che ripulisce l’ambiente

DustCart, il Robot spazzino, progettato e realizzato nei laboratori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa per essere utilizzato nella raccolta differenziata porta a porta, è stato testato per le strade di Pontedera e Peccioli. Studiato appositamente per la circolazione nei centri urbani piccoli o a traffico limitato potrà essere attivato su richiesta telefonica dell’utente per […]

DustCart, il Robot spazzino, progettato e realizzato nei laboratori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa per essere utilizzato nella raccolta differenziata porta a porta, è stato testato per le strade di Pontedera e Peccioli.

Studiato appositamente per la circolazione nei centri urbani piccoli o a traffico limitato potrà essere attivato su richiesta telefonica dell’utente per i servizi di ritiro della spazzatura, depositata nella sua “pancia” e scaricata in punti di raccolta creati ad hoc.

Il robot italiano, cui è stata data una figura rotondeggiante per assumere un aspetto tranquillizzante, somigliante al simpatico Wall-E, protagonista del film d’animazione della Pixar, è basato al momento sulla piattaforma Segway ed è dotato di sensori che lo rendono capace di monitorare la qualità dell’aria rilevando inquinanti atmosferici (CO2, benzene ecc.).

DustCart può inoltre interagire con l’utente, una volta raggiunto in casa, mediante touchscreen non soltanto per deporre il tipo di rifiuto ma anche per ottenere informazioni su dati ambientali, sulle farmacie di turno o sulla programmazione dei cinema in città.

Il suo costo attuale è di circa 20.000 euro ma in futuro, con adeguate economie di scala, si conta di far scendere il prezzo di acquisto ad una somma di 7-8.000 euro.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ecomondo 2017: intervista a Domenico Prestia – Sofidel