Dormire più di 8 ore aumenta rischio ictus

Dormire più di 8 ore aumenta rischio ictus

Dormire troppo può aumentare il rischio di sviluppare un ictus, a sostenerlo uno studio dell'Università di Cambridge.

Dormire troppo potrebbe aumentare il rischio di ictus. A sostenerlo i ricercatori britannici dell’Università di Cambridge, secondo cui superare le classiche 8 ore causerebbe un aumento delle probabilità di manifestare tale disturbo cardiovascolare.

Dormire è considerata dai medici un’attività di particolare importanza per l’organismo, non soltanto per quanto riguarda il recupero delle energie perdute. Favorisce ad esempio l’eliminazione delle tossine dal cervello, nel prevenire l’obesità infantile o ridurre il rischio di tumore alla prostata.

Attenzione però a non esagerare, come affermato anche dai ricercatori britannici. Nello studio da loro condotto, che ha interessato 10 mila individui di età compresa tra i 42 e gli 81 anni, sono stati tenuti sotto controllo i ritmi giornalieri dei partecipanti con particolare riferimento ai segni vitali e alle abitudini legate al sonno.

Nei circa 10 anni di studio in 346 hanno manifestato un ictus. Escludendo possibili fattori di rischio legati a sesso, età e stile di vita è emerso come il rischio di essere vittima del disturbo risultava superiore del 46% nei soggetti che dormivano più di 8 ore rispetto a chi ne dormiva tra le 6 e le 8.

Gli stessi ricercatori ammettono però come saranno necessari ulteriori e più approfonditi studi per verificare se l’effetto descritto rappresenti una causa o un effetto in relazione al manifestarsi di ictus. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Neurology.

In linea con i risultati ottenuti dai ricercatori britannici risulta tuttavia un precedente studio condotto da Shawn Youngstedt, docente presso la Arizona State University Phoenix. Secondo quanto riferito dal ricercatore al Wall Street Journal anche il dormire 8 ore aumenterebbe i rischi per la salute. Non soltanto per quanto riguarda l’ictus, ma anche per diabete, malattie cardiovascolari in generale e obesità.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella