• GreenStyle
  • Salute
  • Dolori da ufficio: 8 impiegati su 10 soffrono di disturbi da lavoro

Dolori da ufficio: 8 impiegati su 10 soffrono di disturbi da lavoro

Dolori da ufficio: 8 impiegati su 10 soffrono di disturbi da lavoro

Fonte immagine: Pixabay

Negli ultimi 3 anni 8 dipendenti su 10 hanno sofferto di disturbi dovuti al lavoro in ufficio: i più comuni sono mal di schiena e mal di testa.

Negli ultimi 3 anni ben 8 impiegati su 10 hanno sofferto di dolori da ufficio, ovvero di disturbi legati al proprio lavoro. Tra i più diffusi, mal di schiena e mal di testa, come rivela una recente ricerca condotta da Loudhouse e presentata presso il Ministero della Salute durante il convegno “Salute in ufficio”.

Si apprende grazie all’indagine che quello della salute in ufficio è un problema grave, che affligge la stragrande maggioranza dei dipendenti. Nello specifico, emerge che il 61% degli intervistati ha sofferto di mal di schiena, il 55% di mal di testa, il 49% di tensione o dolore alle spalle, il 49% di problemi agli occhi, il 47% di dolore al collo, il 31% di dolore al polso o al braccio.

Sono in particolare la postura errata e le cattive abitudini più frequenti di chi passa tanto tempo in ufficio a scatenare gran parte delle problematiche in tema di salute. Il 95% degli intervistati dichiara di stare sempre seduto e di non muoversi mai; il 90% di tenere una posizione ingobbita, mentre l’85% incrocia le gambe.

Tutto ciò comporta elevati costi in termini di assenteismo dal lavoro dovuto proprio ai disturbi posturali, che sembra si aggirino intorno ai 3,36 miliardi di euro all’anno. Secondo Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, occorre adottare delle scelte salutari in ufficio, anche piccole, che possono aiutare gli impiegati a migliorare le proprie condizioni:

Rendere salubre il luogo dove viviamo vuol dire renderci sani e rendere migliore la nostra vita. Sono le piccole scelte a portare le grandi trasformazioni. Abbiamo inserito il tema della salute nelle città nel contesto più ampio del G7 sull’impatto dei cambiamenti climatici. Siamo in un processo di trasformazione enorme, che impatta sulla vita delle persone, e che è dovuto ai cambiamenti climatici, all’inquinamento e ai modi di vivere.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Alfonso Pecoraro Scanio