• GreenStyle
  • Salute
  • Dimagrire arrabbiandosi, la curiosa ricetta dei ricercatori USA

Dimagrire arrabbiandosi, la curiosa ricetta dei ricercatori USA

Dimagrire arrabbiandosi, la curiosa ricetta dei ricercatori USA

Stimolare la perdita di peso sfruttando emozioni come rabbia e disgusto, l'ipotesi da alcuni ricercatori USA.

Dimagrire può essere più facile sfruttando situazioni che espongono a rabbia e disgusto. Il curioso suggerimento arriva da un’altrettanto insolito studio condotto negli Stati Uniti da alcuni ricercatori delle università della Pennsylvania, della Duke e del Colorado.

Questo strano rimedio agirebbe direttamente sull’assunzione degli alimenti e delle bevande, limitandone la quantità in caso di alterazioni all’umore derivate da situazioni disgustose, immorali o che provocano rabbia negli individui. Un aiuto per non ingrassare quindi, come spiega la Dr. Cindy Chan, della Wharton School presso la University of Pennsylvania, che ha condotto la ricerca:

L’esposizione a violazioni al codice morale riduce l’assunzione di cibo e fornisce una base psicologica veritiera su un’osservazione metaforica nota come il “lasciare un sapore amaro in bocca”. La gente ad esempio consuma meno caffè durante la lettura domenicale del giornale quando si trova a leggere di frodi finanziarie, una violazione dell’etica delle pratiche d’affari.

A dimostrazione di questa particolare tesi i ricercatori hanno condotto un test che comprendeva la visione di un film in lingua francese ad alcuni individui che non comprendevano tale linguaggio. A metà di loro è stato riferito come si trattasse di una narrazione basata sulla pratica dell’incesto mentre agli altri che fosse una consueta storia d’amore. A tutti è stato fornito del latte al cioccolato da consumare durante la visione.

Coloro che credevano di assistere a una violazione di alcune norme morali hanno fatto registrare un consumo di latte al cioccolato inferiore rispetto agli altri di circa un terzo (rispettivamente 110 e 147 grammi). Una ricerca piuttosto insolita tuttavia e che in futuro potrebbe ricevere ulteriori conferme, ma riportiamo ora con beneficio d’inventario.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social