Diete senza glutine efficaci per dimagrire se si scelgono i cibi giusti

Diete senza glutine efficaci per dimagrire se si scelgono i cibi giusti

Le diete senza glutine possono essere efficaci per dimagrire, a patto però di sostituire la proteina con i cibi giusti.

Le diete senza glutine fanno dimagrire grazie al maggiore consumo di verdure e al ridotto apporto di carboidrati. I possibili benefici derivanti da tale approccio alimentare non risiederebbero quindi nel rinunciare a tale proteina, quanto nel sostituire gli alimenti che la contengono con alcuni altri che ne sono sprovvisti come ad esempio mais, verdure e quinoa.

Dimagrire grazie alle diete senza glutine sarebbe quindi possibile secondo il prof. Oluf Pedersen, della University of Copenhagen (Danimarca), il cui studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications. Il ricercatore ha sottolineato però come la semplice rimozione del glutine dalla dieta porti scarsi risultati, ma sia fondamentale sostituirlo con gli alimenti giusti:

Ora come ora pensiamo che il nostro studio sia una chiamata di sveglia per l’industria del cibo. La dieta senza glutine potrebbe non essere necessariamente la scelta salutare che la gente pensa che sia.

Ai 60 danesi partecipanti allo studio è stato chiesto di seguire per 8 settimane una dieta povera di glutine (2 grammi al giorno) e per ulteriori otto settimane una ricca in tale proteina (18 grammi), intervallate da 8 settimane con un consumo medio di 12 grammi. Gli effetti sui volontari sono risultati modesti per quanto riguarda gli effetti sui batteri intestinali, eccezion fatta per quei soggetti che sostituivano il glutine con più fibre d’origine vegetale. Come ha proseguito il Prof. Pedersen:

Abbiamo dimostrato che, se confrontata con una dieta ricca di glutine e una povera di glutine, la dieta ricca di fibre provoca cambiamenti nella struttura e nelle funzioni del complesso ecosistema dei batteri intestinali, riduce l’esalazione di idrogeno e conduce a miglioramenti nel gonfiore auto-riferito.

Inoltre abbiamo osservato una modesta perdita di peso, probabilmente dovuta all’incremento della consumo calorico del corpo innescato dall’alterazione delle funzioni dei batteri intestinali.

Seguici anche sui canali social