Dieta Plank vegetariana: come si fa e cosa mangiare

Dieta Plank vegetariana: come si fa e cosa mangiare

Fonte immagine: Pixabay

Quali cibi inserire nell’alimentazione quotidiana per impostare una variante vegetariana della dieta Plank e dimagrire velocemente in quindici giorni.

La dieta Plank promette un dimagrimento veloce e drastico che porta a perdere fino a 9 chili nell’arco di quindici giorni. Un risultato ambizioso che, secondo le regole base di questo regime alimentare, si ottiene impostando una dieta altamente proteica a base di alimenti di origine animale.

Proprio tenendo conto di questo principio, si può ben comprendere come la dieta Plank non sia adatta all’alimentazione seguita dai vegetariani. La dieta Plank, inoltre, non ammette variazioni e sostituzioni di alimenti, suddividendo in modo preciso i nutrienti da assumere ogni giorno e ammettendo un solo pasto libero in tutta la settimana. Una possibile via d’uscita per chi vuole sperimentare un regime iperproteico volto al dimagrimento, tuttavia, esiste e si basa sull’assunzione di alcuni alimenti come tofu, seitan, legumi e soia. Vediamo nel dettaglio quali cibi è possibile integrare e un esempio di menù settimanale completo.

Quali cibi assumere

Tofu
Fonte: Tofu via pixabay Tofu

Come detto sopra, l’alimentazione vegetariana non contempla la carne e il pesce, tuttavia per quanto concerne il consumo delle uova e dei latticini ci sono scuole di pensiero differenti: la dieta ovo-latte-vegetariana, ad esempio, non prevede l’esclusione dei derivati di origine animale, mentre per i latto-vegetariani è ammesso il solo consumo di latticini e per gli ovo-vegetariani, al contrario, è concesso solo il consumo delle uova.

Rispetto al menu standard, la variante vegetariana della dieta Plank non apporta modifiche alla colazione, che prevede l’assunzione di solo caffè non zuccherato con l’aggiunta, in alcuni giorni, di poco pane. I cambiamenti, invece, riguardano i due pasti principali, vale a dire il pranzo e la cena. Le limitazioni della dieta Plank, in ogni caso, riguardano sostanzialmente il consumo di carboidrati, ma anche le fibre, i grassi vegetali e il formaggio sono quasi totalmente banditi tranne alcune rare eccezioni. Grandi assenti di questa dieta, inoltre, sono gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio.

Menu settimanale vegetariano

Tofu
Fonte: Alpha via Flickr Tofu

Basandosi sul regime alimentare vegetariano che comprende anche in consumo di uova e latticini, lo schema settimanale dovrebbe essere seguito alla lettera per la prima settimana e replicato nella seconda. Come accennato sopra, solo la cena del settimo giorno è libera, sebbene sia consigliabile non esagerare con le porzioni per non rendere vani tutti gli sforzi compiuti nei giorni precedenti. È anche importante ricordare che, prima di intraprendere una dieta ipocalorica così restrittiva come la dieta Plank, è importante consultarsi con il proprio medico o con un nutrizionista esperto che saprà consigliare un regime alimentare adatto alle singole esigenze.

Primo giorno

  • Colazione: caffè non zuccherato
  • Pranzo: 2 uova sode più spinaci al vapore
  • Cena: tofu alla piastra e insalata mista

Secondo giorno

  • Colazione: caffè non zuccherato più una fetta di pane
  • Pranzo: tempeh più insalata e un frutto
  • Cena: tofu alla piastra e insalata mista

Terzo giorno

  • Colazione: caffè non zuccherato e una fetta di pane
  • Pranzo: 2 uova sode, insalata con pomodori
  • Cena: seitan e insalata mista

Quarto giorno

  • Colazione: caffè non zuccherato e una fetta di pane
  • Pranzo: un uovo sodo più formaggio svizzero e carote
  • Cena: yogurt scremato e un frutto

Quinto giorno

  • Colazione: caffè non zuccherato e una fetta di pane
  • Pranzo: insalata di ceci
  • Cena: seitan e insalata

Sesto giorno

  • Colazione: caffè amaro e una fetta di pane
  • Pranzo: tempeh grigliato e insalata
  • Cena: due uova sode più insalata di carote

Settimo giorno

  • Colazione: una tazza di tè
  • Pranzo: tofu alla griglia e un frutto
  • Cena libera

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi che migliorano l’umore: 5 consigli