Dieta più salutare: la pipì ci aiuta a sceglierla

Dieta più salutare: la pipì ci aiuta a sceglierla

Fonte immagine: IStock

Secondo uno studio pubblicato recentemente per stabilire la dieta più adatta a noi avremmo bisogno di analizzare le nostre urine.

Dieta frazionata, dell’ananas o della bresaola: scegliere non è mai stato così difficile. Può influire anche la pipì? Come si può sapere qual è il regime alimentare più adatto a noi? Sicuramente molto dipende dalle nostre abitudini, dal nostro stile di vita, dalle nostre preferenze. I ricercatori dell’Imperial College di Londra e della Northwestern University, però, hanno delle prove scientifiche: affermano che la risposta potrebbe risiedere nelle urine. Lo hanno stabilito grazie ad uno studio pubblicato sulla rivista Nature Food, descrive in dettaglio un test delle urine di cinque minuti che rivela la salute della dieta di un individuo. Partendo, dunque, da una scelta legata al gusto si può virare in corsa se ci si accorge che il nostro fisico non sta rispondendo correttamente.

I ricercatori hanno analizzato 1.848 campioni di urina negli Stati Uniti e hanno cercato 46 diversi livelli di metaboliti. I metaboliti sono prodotti durante il processo di digestione e possono aiutare a rivelare la qualità della dieta. Possono rivelare se una persona ha consumato alcol, agrumi, zuccheri da frutta (fruttosio), zuccheri semplici (glucosio), carne rossa e pollame in quantità eccessive. Possono anche mostrare sostanze nutritive, come sodio, calcio e vitamina C. I metaboliti e le sostanze nutritive che rivelano possono indicare ulteriori condizioni di salute, come l’obesità, l’ipertensione o le malattie cardiovascolari.

Come leggere i risultati del test della pipì

Il test può essere utilizzato per determinare se le abitudini alimentari di una persona supportano i propri obiettivi di salute a lungo termine, a seconda del tipo di corpo e della persona. Sulla base dei risultati DMS di una persona, i nutrizionisti e i dietisti possono creare diete specifiche per loro, al fine di ottimizzare i risultati della dieta. Per saperne di più saranno necessari ulteriori studi, ma i ricercatori sperano che questi risultati miglioreranno la salute pubblica identificando il rischio di una determinata malattia e riducendolo attraverso una dieta adatta ad ognuno.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: dodicesima lezione