Dieta della mela rossa: come funziona ed esempio

Dieta della mela rossa: come funziona ed esempio

Consigli per eseguire la dieta della mela rossa, un frutto salutare dalle proprietà energizzanti ma anche snellenti, per dimagrire rimanendo in forma.

Chi vorrebbe depurarsi e disintossicarsi, e magari dimagrire, potrebbe provare la dieta della mela rossa: un frutto oltre che essere tra i più amati dagli italiani, ha anche un alto potere saziante e aiuta a combattere la ritenzione idrica. Vediamo i consigli per farla correttamente.

Le mele aiutano a pulire il fegato, i reni e migliorano la nostra salute in generale, contribuendo anche ad abbassare il livello di colesterolo cattivo. Chi desidera perdere peso dovrebbe mangiare mele rosse, poiché le mele verdi tendono a stimolare l’appetito mentre quelle rosse a saziare; bene comunque anche quelle gialle, qualora si volesse cambiare.

Dieta della mela rossa: varianti di menu e benefici

Ci sono alcune varianti della dieta della mela rossa, sicuramente drastiche ma che aiutano a dimagrire:

  • Prima variante di un solo giorno: durante il giorno si dovrebbero mangiare 2,7 chilogrammi di mele, una grande quantità che assicurerà al corpo tutti i liquidi di cui ha bisogno. Non bere nient’altro, compresi succhi di frutta, tè o anche acqua;
  • Seconda variante: durante una giornata si possono mangiare solo ed esclusivamente mele, senza alcun limite, fin quando non si è sazi. Si può variare con tè, tè verde o altre bevande a base di erbe;
  • Terza variante da una volta alla settimana: cinque o sei volte al giorno mangiare una mela insieme a mezzo bicchiere di kefir, ed è questa una variante davvero efficace;
  • Quarta variante veloce di tre giorni: nella prima giornata si mangiano solo le mele, fino a 4 o 4,5 Kg. Il secondo e il terzo giorno ai frutti si associano 200 grammi di yogurt senza grassi.

Consigli per il Consumo delle Mele Rosse

Chi invece non volesse dimagrire perché ha già raggiunto il peso forma, può includere la mela rossa durante l’arco dell’intera giornata: oltre a essere salutare aiuta a recuperare l’energia dopo una mattinata intensa. Per questo motivo è consigliabile mangiarla a pranzo o, in alternativa, come spuntino per la merenda.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dieta macrobiotica: il piano alimentare