Dieta ipocalorica allunga la vita secondo nuovo studio, ecco perché

Dieta ipocalorica allunga la vita secondo nuovo studio, ecco perché

Fonte immagine: Pixabay

Un nuovo studio rivela che una dieta ipocalorica rallenti sì il metabolismo, ma possa rallentare anche l'invecchiamento e allungare la vita.

È noto già da molto tempo che seguire una dieta ipocalorica influisca sul metabolismo rallentandolo, ma i risultati di un nuovo studio sollevano la speranza che possa mantenere le persone in buona salute anche in età avanzata e persino allungare la vita.

Lo studio in questione fa parte della serie di studi chiamati CALERIE, sponsorizzati dal National Institutes of Health degli Stati Uniti, e per ora sono stati condotti solo su animali come vermi, mosche e topi, dimostrando che le restrizioni caloriche rallentano il metabolismo e prolungano la durata della vita. Sono però animali con una vita breve, questi, pertanto esperimenti su esseri umani – che vivono più a lungo – e su altre specie sono più difficili da condurre dunque, in tal senso, ancora non si hanno delle conclusioni basate sulla scienza.

Il ritmo dell’invecchiamento e il segreto della longevità potrebbero dunque essere, anche in parte, correlati a una dieta a basso contenuto calorico? Come spiegano gli scienziati:

Questo nuovo rapporto fornisce la prova più solida fino ad oggi che tutto ciò che abbiamo imparato negli altri animali possa essere applicato a noi stessi.

La restrizione calorica è nota da decenni per estendere la vita a diverse specie. Ad esempio, i topi che seguono una dieta ipocalorica possono vivere fino al 65% in più rispetto ai topi che possono mangiare liberamente e incontrollatamente, e anche studi sulle scimmie suggeriscono che una dieta ristretta sia connessa a una sopravvivenza più lunga e a ridotti segni di invecchiamento.

Seguici anche sui canali social