Dieta Fodmap contro la pancia gonfia presentata a Expo 2015

Dieta Fodmap contro la pancia gonfia presentata a Expo 2015

Dieta Fodmap efficace nel ridurre il fastidio della pancia gonfia, la conferma arriva da uno studio italiano presentato a Expo 2015.

Dieta Fodmap per combattere il gonfiore intestinale. Ridurre la pancia gonfia e prevenire il disturbo sarebbe possibile già a tavola, spiegano i ricercatori della Monash University, attraverso una scelta più attenta di quelli che sono i cibi consumati. In particolare andrebbero evitati alcuni specifici alimenti, i quali dispongono di un’elevata capacità fermentativa.

L’appellativo di dieta Fodmap derivata propri da quegli alimenti (Fermentable Oligo-saccharides, Disaccharides, Mono-saccharides And Polyols) che dovrebbero essere eliminati dalla propria alimentazione qualora si voglia evitare il gonfiore intestinale, noto anche come pancia gonfia. Ideata dai ricercatori della Monash University è stata poi riconosciuta come efficace anche dai colleghi dell’Università La Sapienza di Roma, il cui studio è stato presentato in prima battuta a Washington durante il Digestive Disease Week e in questi giorni presso l’Expo Milano 2015.

Secondo quanto hanno riportato i ricercatori italiani, guidati dal Dr. Enrico Stefano Corazziari, gastroenterologo, seguire in maniera corretta la dieta Fodmap consente di ridurre del 40% il numero di giorni trascorsi con la pancia gonfia. Benefici che aumenterebbero nel tempo: proseguendo tale alimentazione per 16 mesi si ridurrebbero le giornate di fastidio del 66%.

Discorso analogo per quanto concerne i dolori addominali, ridotti del 40% dopo un mese di dieta e di oltre la metà trascorsi i 16 mesi. La normale durata della dieta Fodmap è di 6-8 settimane, mentre la sua ideazione da parte dei ricercatori della Monash University è legata all’attività di contrasto della sindrome dell’intestino irritabile.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Riso Gallo sostenibile: intervista a Riccardo Preve