Dieta dimagrante Dukan, farla o no?

Dieta dimagrante Dukan, farla o no?

Dieta Dukan sì o no? A distanza di più di un anno da quando ha spopolato sul Web e tra i Vip, si tratta di una dieta dimagrante ancora tra le più popolari in assoluto. E certamente tra le più efficaci sul breve periodo, ma sul lungo? Senza contare le controindicazioni, per reni e cuore, che del resto condivide con tutte […]

Dieta Dukan sì o no? A distanza di più di un anno da quando ha spopolato sul Web e tra i Vip, si tratta di una dieta dimagrante ancora tra le più popolari in assoluto. E certamente tra le più efficaci sul breve periodo, ma sul lungo? Senza contare le controindicazioni, per reni e cuore, che del resto condivide con tutte le diete altamente proteiche. Vediamo quindi i pro e i contro, e poi a scegliere sarà chi vuole perdere peso.

Ormai anche i sassi sanno come funziona la dieta Dukan, con le sue quattro fasi, attacco, crociera, consolidamento e quella da tenere per tutta la vita, via via meno restrittive. E altrettanto sanno che si tratta di una dieta dimagrante iper-restrittiva nella prima fase, dove praticamente è bandito tutto tranne le proteine e qualche verdura ben selezionata. No grassi, no zuccheri, no carboidrati, sono i cavalli di battaglia. Ora che in questa fase si perda peso, se fatta senza sgarri, è praticamente inevitabile, e senza nemmeno metterci troppo tempo, almeno fino a 7 chili al mese.

Nelle fasi successive vengono poi reintrodotti degli alimenti, qualche frutto, accesso a più verdure, fino ad arrivare alla quarta, dove rimangono solo tre regole: esercizi fisici blandi, tre cucchiai di avena integrale al giorno e tutti i giovedì esclusivamente proteici. Ora, la dieta Dukan è evidentemente un regime fortemente sbilanciato, che va contro al fabbisogno quotidiano del proprio corpo di carboidrati e vitamine, almeno per quanto riguarda la prima e seconda fase.

E qui i contrattempi sono gli stesse delle diete proteiche: alito cattivo, stitichezza, a causa della mancanza di fibre, e più gravi conseguenze per i reni, che si trovano a dover macinare quantità incongrue di proteine in un carico eccessivo. Dukan, recentemente radiato dall’albo dei medici, per controbilanciare questo rischio ha prescritto di bere molta acqua, ma può non essere sufficiente.

Soprattutto lo svantaggio più esasperante, e che purtroppo sembra essere una realtà, è il fatto che secondo studi recenti, l’effetto yo-yo è praticamente inevitabile. Secondo una ricerca che ha preso in considerazione 3500 volontari, l’80% delle persone che si sono sottoposte alla Dieta Dukan hanno ripreso tutti i chili persi nel giro di 4 anni, il 35% in un anno. E questo è di sicuro, più dei rischi a reni e malattie cardiovascolari, l’elemento a sfavore più convincente per quelli che vogliono affrontare la tanto chiacchierata dieta.

E il punto è sempre lo stesso: non è bandendo i cibi che si trova il peso forma, bisogna imparare a mangiare in modo sano ed equilibrato. Certo, se però si vuole dimagrire per l’estate incuranti di quello che succederà quest’inverno, allora largo alla Dukan.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La Mobilità si fa in 4, l’iniziativa di Arval per le scuole